Orme

Lenti passi
diventano orme solitarie
nel soffice manto
gli occhi  sbucano
tra sciarpa e berretto
e spaziano osservando
ameno paesaggio
catturo il silenzio
del parco deserto
l’ uniformità di toni
tra cielo e terra,
mani guantate
al riparo nelle tasche
un respiro vaporoso
tra la quiete
di pensieri assopiti
alternati agli sfumati
sogni della notte
e un pettirosso
che pare smarrito
spezza il soliloquio mentale
…raddoppia il silenzio…
proseguo osservando
la sua indecisione
ed affondo in passi
che reputo molesti
poichè spezzano la magia
di un nitore compatto.

Daniela Cerrato,2017

Photo by Paul Militaru,”Steps and shadows”

steps-and-shadows

Annunci

Informazioni su Daniela

https://ilmondodibabajaga.wordpress.com/
Questa voce è stata pubblicata in Poesia, Senza categoria e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

4 risposte a Orme

  1. Trovo questa poesia molto leggiadra, ti cala nel gelo di un paesaggio privo di calore apparente, il silenzio la fa da padrone, il doppio silenzio… Ma scampoli di natura viva ci sono ancora: un pettirosso che svolazza incerto tra natura assopita e cuori in ricerca di quiete e forse anche del senso della vita… L’ho apprezzata molto. La natura paga sempre. E stessa cosa dicasi per chi, come te, la sa descrivere e vivere egregiamente.

    Liked by 1 persona

  2. fulvialuna1 ha detto:

    Una costruzione attenta e intensa.

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...