C.Pavese-“Vorrei poter soffocare” Lettura di Luigi Maria Corsanico

Vorrei poter soffocare
nella stretta delle tue braccia
nell’amore ardente del tuo corpo
sul tuo volto, sulle tue membra struggenti
nel deliquio dei tuoi occhi profondi
perduti nel mio amore,
quest’acredine arida
che mi tormenta.
Ardere confuso in te disperatamente
quest’insaziabilità della mia anima
già stanca di tutte le cose
prima ancor di conoscerle
ed ora tanto esasperata
dal mutismo del mondo
implacabile a tutti i miei sogni
e dalla sua atrocità tranquilla
che mi grava terribile
e noncurante
e nemmeno più mi concede
la pacatezza del tedio
ma mi strazia tormentosamente
e mi pungola atroce,
senza lasciarmi urlare,
sconvolgendomi il sangue
soffocandomi atroce
in un silenzio che è uno spasimo
in un silenzio fremente.
Nell’ebbrezza disperata
dell’amore di tutto il tuo corpo
e della tua anima perduta
vorrei sconvolgere e bruciarmi l’anima
sperdere quest’orrore
che mi strappa gli urli
e me li soffoca in gola
bruciarlo annichilirlo in un attimo
e stringermi a te
senza ritegno più
ciecamente, febbrile,
schiantandoti, d’amore.
Poi morire, morire,
con te.

Il giorno tetro
in cui dovrò solitario
morire (e verrà, senza scampo)
quel giorno piangerò
pensando che potevo
morire così nell’ebbrezza
di una passione ardente.
Ma per pietà d’amore
non l’ho voluto mai.
Per pietà del tuo povero amore
ho scelto, anima mia,
la via del più lungo dolore.

(12 dicembre 1927)

Annunci

Informazioni su Daniela

https://ilmondodibabajaga.wordpress.com/
Questa voce è stata pubblicata in Cultura varia, Poesia, Senza categoria e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

8 risposte a C.Pavese-“Vorrei poter soffocare” Lettura di Luigi Maria Corsanico

    • Daniela ha detto:

      un’autore da me molto amato e non solo perchè ha narrato di paesi suoi (giocando sul titolo di un suo romanzo) che sono vicinissimi ai miei,ma per il suo tormentato vivere,quell’inquietudine che purtroppo lo ha condotto alla morte .Ed è bello ascoltar questi versi dalla tua voce. Quel cuoricino lo ricambio.

      Liked by 1 persona

  1. A lungo i suoi scritti sono stati il mio “libriccino” sul comodino…e tutt’ora lo rileggo sul web (senza internet sarei perso, quaggiú…) Serena notte!

    Liked by 1 persona

    • Daniela ha detto:

      alcuni autori li ho conosciuti attraverso la rete, è un’ ottima grandissima biblioteca e fonte di informazioni…Leggere una poesia in silenzio permette di ragionarla meglio,tornando anche più volte su una particolare strofa.Ma ascoltarla declamata in certi casi assume una valenza maggiore; perciò penso che passerò le mie preferite sul lettore mp3 e le ascolterò in cuffia per godermele in altro modo…Una curiosità: hai letto ad alta voce anche qualche poesia di D’Annunzio?

      Liked by 2 people

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...