La scultura di Trentacoste

Domenico Trentacoste (Palermo,1859 – Firenze,1933) iniziò presto a mostrare il suo talento infatti da bambino faceva già disegni in chiaroscuro copiando dalle teste di Raffaello; l’arte dell’Antica Grecia di cui è ricco il Museo di Palermo lo influenzarono fortemente.Nel 1877 fu a Napoli ove l’influsso magico del Vesuvio,del golfo di Napoli e di Pompei rinnovarono in lui lo spirito artistico,ma arrivato in seguito a Firenze gli apparve tutto il genio artistico italiano,in particolare fu colpito dalle opere del primo rinascimento italiano. Perfetto sconosciuto iniziò i suoi primi busti che vennero notati dallo scultore nobile,tale barone di Gravillon che lo scelse per fargli modellare il suo,inoltre gli offrì di lavorare presso il suo studio.Nel 1882 riuscì finalmente ad avere uno studio proprio e grazie all’incontro con una nobildonna italiana dell’aristocrazia lombarda si introdusse poi a Parigi in ambienti frequentati da illustri personaggi del mondo della politica e della musica,letterati cantanti ed attori,e fra queste conoscenze ebbe commissionati alcuni ritratti.Ebbe fortuna anche in Inghilterra dove oltre a creare vari medaglioni in marmo e busti in bronzo strinse relazioni con Dicksee, Millais e Alma Tadema. Nel 1894 all’Esposizione internazionale di Vienna ottenne la medaglia d’oro e nello stesso anno scolpì “La Derelitta” esposto al Salon di Parigi di quell’anno che gli valse l’unico gran premio destinato alla scultura, opera acquistata poi dal Museo Revoltella di Trieste. Nel 1895 tornò in Italia e si stabilì definitivamente a Firenze.
Il suo carattere era timido e solitario e il suo pessimismo lo si riscontra in molte sue opere che rappresentano il dolore e il pianto,la melanconia, sentimenti che lo attraggono e a cui si abbandona.

Domenico Trentacoste, Caino (ca. 1903). Galleria d’Arte Moderna,Palermo

domenico-trentacoste-caino-post-1903-galleria-darte-moderna-palermo

Domenico Trentacoste, “Alla fonte”,dettaglio,1896

domenico-trentacoste-alla-fonte-1896

Domenico Trentacoste “La Douleur”, 1910

domenico-trentacoste-la-douleur-1910

Domenico Trentacoste , “La Derelitta”,1893, Museo Revoltella, Trieste

domenico-trentacoste-la-derelitta-1893-museo-revoltella-trieste

Domenico Trentacoste,” Nudo disteso”

domenico-trentacoste-nu-allonge

Annunci

Informazioni su Daniela

https://ilmondodibabajaga.wordpress.com/
Questa voce è stata pubblicata in Arte, Scultura, Senza categoria e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

5 risposte a La scultura di Trentacoste

  1. arthur ha detto:

    E se si parla di arte… che bell’articolo. Complimenti. 🙂

    Liked by 1 persona

  2. Neda ha detto:

    Stupende opere, bell’articolo. Grazie!!!

    Liked by 1 persona

  3. Menti Vagabonde ha detto:

    Che bello leggere di arte

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...