Una passeggiata tra i boschi 

natura ed arte, incantevole connubio in cui immergersi, interessante percorso naturalistico suggerito da Travel With The Wolf

Travel With The Wolf

Sulla cima del monte verità a pochi passi da Ascona nel Canton Ticino , si trova un incantevole percorso tra i boschi che si dirama in tanti altri , il principale è il sentiero delle sculture , un parco per tutti di circa tre chilometri , con aree attrezzate per barbecue , le sculture in legno di alcuni artisti ticinesi , sono molto ben fatte , per i più audaci c’è un bellissimo percorso vita con angoli dove fare allenamenti specifici , insomma una piccola gita oltre confine decisamente diversa …..Buon Viaggio

O

View original post

Annunci

Citazioni #Picasso

“Se io dipingo un cavallo selvaggio, magari non vedrete il cavallo ma senz’altro vedrete il selvaggio.” (Pablo Picasso)

A drawing of a horse by Picasso.jpg

In alto, “A drawing of a horse”- Sotto: “schizzo di testa di cavallo per Guernica”

Head of a Horse, Sketch for Guernica.jpeg

Un’immersione nella natura con Frederic Bazille

Sole cocente e qualche notizia indigesta anche oggi, nulla di meglio che immergersi nella bellezza dell’arte, la sola che riesce a risollevarmi il morale ( oltre alla mia quattrozampe felina … ).
Così rivedo volentieri con voi , aprendo una cartella del mio corposo archivio,  le opere impressioniste del pittore francese Frédéric Bazille (1841-1870), amico di Renoir e di Monet, che purtroppo ebbe vita breve in quanto morì in battaglia a soli 29 anni.
Lui stesso nel 1867 fu ritratto da Renoir, che pianse insieme agli altri amici artisti questo amante della pittura plein air, di cui sapeva rappresentare meravigliosamente la luce che ne completava la vivace tavolozza;  riusciva  anche a rendere piene di vita  le sue splendide nature morte…

Jean_Frédéric_Bazille_-_Scène_d'été.jpg800px-Frederic_Bazille_Paysage_au_bord_du_Lez.jpg

Frédéric Bazille, Ruth et Booz, 1870,.jpg

Frédéric Bazille-.o.jpg

113655800_o.jpgFrédéric Bazille.jpg

The Pink Dress via Frederic Bazille.jpgFrédéric_Bazille_002.jpgFrédéric Bazille. .study-of-flowers.jpg

Di rose e di felci

Era gìà di carezza calore
la certezza di vederti
per incontrar le tue parole
e i tuoi silenzi tesi all’ascolto,
con tono discreto indagavi
sugli affari miei, anche di cuore,
coglievi reticenze ed ombre
di delusioni sul mio viso,
sempre pronta a consolarmi
o a condividere la gioia
che non riuscivo a contenere;
ed io tentavo di sminuire
i tuoi dubbi e i tanti affanni
che disturbavano la pacatezza
al tuo sguardo ed al tuo dire.
Nello scorrere degli anni
assenza non muta, anzi cresce,
dei tuoi grandi occhi verdi,
splendidi toni di viva felce
sgranati per stupore
o contratti per dolore;
ci raccontammo molte cose
tra poche spine e tante rose
ma non riuscirò mai a dirti
madre mia, chè manca metro
di misura, l’ampiezza del vuoto
che lasciasti da quell’aprile,
e seppur è noto della vita il fine,
il distacco s’empie di nostalgia
e talvolta muove il mio pianto,
non solo in questa poesia
che d’infelicità è canto.

Daniela Cerrato, 2017

tumblr_oq8ibxZUIt1ripa0eo1_540