Quattordiciottobre

Forte rimbalza di ramo in ramo
un gracchiare corvino, quasi sinistro,
nel dì ottobrino mesto e denso
d’incenso, nastri porpora e pallidi fiori
e di morte recente, ignaro, si fa voce;
un corpo disteso e freddo ora giace,
ma il sangue dei sopravvissuti cuori
ha già afrore, nel suo andar melenso,
di inesorabile egual sorte, chè già un ministro
per tutti smorza vital residuo con cinico richiamo.

Daniela Cerrato, 2017   —-        Photo by  ©Jumy-M

Jumy-M

Annunci

Autore: Daniela

https://ilmondodibabajaga.wordpress.com/

12 pensieri riguardo “Quattordiciottobre”

      1. Questa mattina si è concluso anche per noi il percorso di questi ultimi mesi: mio cognato, più giovane di me, ha finito di soffrire. Non ho più parole.

        Mi piace

      2. il fatto è che pur conoscendoil cattivo stato di salute di una persona non ci si rassegna mai all’idea di perderla…credo sia umano provare dolore misto a una sorta di sentimento che rasenta la rabbia

        Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...