Che sia giorno mi rode

Non fa differenze
festive o feriali
lo spazio di perfida luce
che tra le cinque e le sei
si insinua nel sonno,
infrange la sacralità
dell’ ultimo abbraccio
alla notte sfuggente,
mezza palpebra aperta
lo intercetta poi rapida
si richiude e finge
di non aver ceduto
a quel tocco apparente,
cerca ancora quel buio
che dei sogni è custode.
Ma di riflesso la mente
ha già le pantofole ai piedi
e rumoreggia in pensieri
sbozzolati a rinfusa.
Così breve è la notte,
che sia giorno mi rode.

Daniela Cerrato, 2017

Autore: Daniela

https://ilmondodibabajaga.wordpress.com/ email: danycer@fastwebnet.it

8 pensieri riguardo “Che sia giorno mi rode”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.