Reblog – Il film su Van Gogh è presuntuoso – ma Defoe ha zigomi degni di Grünewald … dal blog di Pangea

 

ho rebloggato questo articolo perchè ho visto il film e avevo già idea di scrivere qualche riga sulle mie impressioni, ma l’articolo di Pangea merita senza dubbio la lettura.
Di mio aggiungo che speravo in un film diverso, che mettesse maggiormente in risalto l’anima artistica di Vincent.
Nel film si è calcato troppo sulle sue turbe mentali che lo distaccavano da una realtà però non “normale” ma cattiva e prevenuta verso l’artista un po’ eccentrico che rivolgeva il suo cuore alla bellezza della natura nei suoi particolari meno banali. Esemplare fra le tante la scena dove Van Gogh in solitaria ispirazione sta dipingendo le radici di un grande albero e una scolaresca di mocciosi in gita, accompagnati da una maestra idiota, lo interrompe insultandolo verbalmente per ciò che sta realizzando, come se educare all’insulto e allo sprezzo fosse cosa normale ( cosa peraltro che si riscontra purtroppo anche ai nostri tempi).
Le anime fragili e sensibili pagano sempre qualche scotto per il loro camminare controcorrente in una società che giudica con ignoranza e superbia. A mio avviso raggelante poi la scena del suo feretro attorniato dai favolosi dipinti che distolgono l’interesse dei presenti alla morte dell’uomo, ma si sa che la maggior parte degli artisti disprezzati in vita diventano famosi post mortem…
E’ un film che parla poco di arte ma suggerisce di meditare sulla mancanza di umanità e sull’ignoranza, sulla falsa morale e sulla superficialità con cui si riesce a distruggere l’animo di chi ha scarsissime difese poichè lasciato solo. Il grande amore fraterno di Teo, l’unico che sa offrirgli aiuto non è sufficiente a salvarlo.

 

Willem Defoe è schiacciante – quegli zigomi avrebbe potuto disegnarli Grünewald, graffiano. * Il film in cui Defoe fa Van Gogh, intendo, Sulla soglia dell’eternità, di Julian Schnabel mi pare presuntuoso e pretestuoso – fin dall’inizio si stinge in pellicola ‘d’autore’, solo che Schnabel non è Herzog. La sintesi – l’artista è un pazzo, è…

via Il film su Van Gogh è presuntuoso – ma Defoe ha zigomi degni di Grünewald – e noi, ora, dobbiamo abbracciare Cesare Battisti perché l’artista trova rigurgiti d’oro tra chi è imperdonabile — Pangea

Annunci

Autore: Daniela

https://ilmondodibabajaga.wordpress.com/ email: danycer@fastwebnet.it

3 pensieri riguardo “Reblog – Il film su Van Gogh è presuntuoso – ma Defoe ha zigomi degni di Grünewald … dal blog di Pangea”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.