giochi e traslochi

Sette spanne d’altezza, dobloni di cioccolato
schiacciati in tasca, in mano una pistola ad acqua
giocava a schizzare i gatti del rione
un piccolo bullo dalle orecchie grandi.
Lei alta una spanna in meno, mani impastate di pongo
su torte di plastica e terra, poche parole, nervosa
gli urlava inseguendolo per evitare fughe feline.
Due bimbi scontrosi dirimpettai di città
crescevano masticando stagioni e fichi neri
d’un grande albero nel vecchio cortile.
Li ritrovò il caso un giorno, estranee fisionomie
faticarono a riconoscersi, i nomi, l’unica garanzia
di essersi trovati un tempo nella stessa via.

– Daniela Cerrato

Autore: Daniela

https://ilmondodibabajaga.wordpress.com/ email: danycer@fastwebnet.it

11 pensieri riguardo “giochi e traslochi”

    1. se non era per sua madre che era con lui non l’avrei collegato assolutamente a un periodo della mia infanzia. Una sensazione strana il passaggio immediato dall’indifferenza a una condivisione di ricordi. Tutto finito lì, in una stretta di mano.

      "Mi piace"

      1. Esatto e poi devo dire che ricordo l’infanzia a sprazzi, alcuni nitidi altri molto confusi. Alcuni episodi che mi raccontano pare quasi che non mi appartengano

        "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.