Dirty Boulevard, Lou Reed

Pedro lives out of the Wilshire Hotel
he looks out a window without glass
The walls are made of cardboard, newspapers on his feet
his father beats him ‘cause he’s too tired to beg

He’s got 9 brothers and sisters
they’re brought up on their knees
it’s hard to run when a coat hanger beats you on the thighs
Pedro dreams of being older and killing the old man
but that’s a slim chance he’s going to the boulevard

He’s going to end up, on the dirty boulevard
he’s going out, to the dirty boulevard
He’s going down, to the dirty boulevard

This room cost 2,000 dollars a month
you can believe it man it’s true
somewhere a landlord’s laughing till he wets his pants
No one here dreams of being a doctor or a lawyer or anything
they dream of dealing on the dirty boulevard

Give me your hungry, your tired your poor I’ll piss on ‘em
that’s what the Statue of Bigotry says
Your poor huddled masses, let’s club ‘em to death
and get it over with and just dump ‘em on the boulevard

Get to end up, on the dirty boulevard
going out, to the dirty boulevard
He’s going down, on the dirty boulevard
going out

Outside it’s a bright night
there’s an opera at Lincoln Center
movie stars arrive by limousine
The klieg lights shoot up over the skyline of Manhattan
but the lights are out on the Mean Streets

A small kid stands by the Lincoln Tunnel
he’s selling plastic roses for a buck
The traffic’s backed up to 39th street
the TV whores are calling the cops out for a suck

And back at the Wilshire, Pedro sits there dreaming
he’s found a book on magic in a garbage can
He looks at the pictures and stares at the cracked ceiling
“At the count of 3” he says, “I hope I can disappear”

And fly fly away, from this dirty boulevard
I want to fly, from dirty boulevard
I want to fly, from dirty boulevard
I want to fly-fly-fly-fly, from dirty boulevard

I want to fly away
I want to fly
Fly, fly away
I want to fly
Fly-fly away (Fly a-)
fly-fly-fly (-way, ooohhh…)
Fly-fly away (I want to fly-fly away)
fly away (I want to fly, wow-woh, no, fly away)

Pedro vive fuori dal Wilshire hotel
Guarda fuori da una finestra senza vetro
Le pareti sono fatte di cartone, giornali sui suoi piedi
Suo padre lo picchia perché è troppo stanco per implorare
Ha nove fratelli e sorelle, sono cresciuti in ginocchio
È difficile correre quando un appendiabiti ti batte sulle cosce
Pedro sogna di essere più vecchio e di uccidere il vecchio
Ma è una piccola possibilità che vada al viale
Sta per finire, sul viale sporco
Sta uscendo, nel viale sporco
Sta scendendo, nel viale sporco
Questa stanza costa 2000 dollari al mese, puoi crederci, amico, è vero
Da qualche parte un padrone di casa ride finché non si bagna i pantaloni
Nessuno qui sogna di essere un dottore o un avvocato o altro
Sognano di affrontare il viale sporco
Dammi la tua fame,la tua stanchezza, la tua povertà,
ci piscerò su
Ecco cosa dice la statua del bigottismo
Le tue povere masse rannicchiate mandiamole a morte
E falla finita e gettali sul viale
Uscendo nel viale sporco
Sta scendendo sul viale sporco
Fuori c’è una notte luminosa, c’è un’opera al Lincoln Center
Le star del cinema arrivano in limousine
Le luci di Klieg si accendono sullo skyline di Manhattan
Ma le luci sono spente per le strade cattive
Un bambino piccolo si trova vicino al tunnel di Lincoln
Vende rose di plastica per un dollaro
Il traffico è sostenuto fino alla 39a strada
Le puttane della tv chiamano gli sbirri per zozzerie
E al Wilshire Pedro è seduto lì a sognare
Ha trovato un libro sulla magia in un bidone della spazzatura
Guarda le foto e fissa il soffitto incrinato
“Al conteggio di tre” dice “Spero di poter sparire”
E vola via, da questo sporco viale
Voglio volare dal viale sporco
Voglio volare dal viale sporco
voglio volare via
Vola, vola via

 

Dirty Blvd.  di Lou Reed è tratta dall’ album del 1989, New York . Restò in cima alla classifica Billboard Modern Rock Tracks per quattro settimane all’inizio del 1989.  Le versioni live appaiono in Perfect Night: Live in London e Animal Serenade . È stata una delle quattro canzoni che Reed ha suonato con David Bowie in occasione della celebrazione del suo 50esimo compleanno nel 1997

Autore: Daniela

https://ilmondodibabajaga.wordpress.com/ email: danycer@fastwebnet.it

11 pensieri riguardo “Dirty Boulevard, Lou Reed”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.