da donna a donna

Mai incontrati i tuoi occhi, ci distanziano porti
conosco il mare che disegni, pochi tratti e già vive,
ioda i tuoi respiri t’asciuga il pianto,
immagino le tue gambe scolpite dal vento
che soffia tiepido da onda a costa.
Accarezzando la proiezione della tua anima,
senza risate a nastro, mi ritrovo nel suo canto
triste seppur fiero, sincero quanto un buon vino
e odo note che m’appartengono chè di natura
identica crescono le spine di rose diverse.
Portiamo croci e fiori, un lucchetto al cuore
l’altro è il non dire oltre, spalle larghe
un nodo senza fazzoletto, il granello accidentale
finito negli occhi a spiegar d’altra lacrima.

Daniela Cerrato

Christian Schloe

Autore: Daniela

https://ilmondodibabajaga.wordpress.com/ email: danycer@fastwebnet.it

15 pensieri riguardo “da donna a donna”

  1. Mi ha colpito come un lucchetto che chiude il cuore, sguardi che non s’incrociano, anche se conosco il vento che da te (mi riferisco alla mia controparte interiore, una figura che conosco o forse l’altro me stesso) giunge a sfiorare il mio volto, non riesco ad allargare le braccia, pesanti come piombo, ad allargare il mio cuore per abbracciarti, guardo di nascosto i tuoi occhi e non parlo, ma rimango invischiato in questo oceano senza vento. L’ho sentita dentro di me, mi è arrivata come un canto triste, la melodia del fado che accompagna i miei pensieri. Stupenda,

    Piace a 1 persona

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.