cielo a pezzi

Riempire il tempo col tempo
sala d’attesa forzata
troppa carta straccia titola
un neretto di stampo fascista,
troneggia il fratello poco grande
zero cervello. Tv al plasma
l’asma del pollice sverso,
nel corridoio perso un calzino
sputato dalla centrifuga.
Intanto il cielo cade a pezzi
e non si ha premura di raccoglierlo.

Daniela Cerrato

Autore: Daniela

https://ilmondodibabajaga.wordpress.com/ email: danycer@fastwebnet.it

13 pensieri riguardo “cielo a pezzi”

  1. Sento lo scorrere della giornata, le cose che abitualmente facciamo o vorremmo fare, la cosiddetta normalità del vivere, come in un tuffo nel baratro, a pochi centimetri dall’urto. Ecco, sento in questa poesia la forza dell’urto, lo sbriciolarsi del cielo e l’attimo del colpo. Stupefacente.

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.