desiderio primitivo

Occhi spaesati
risalgono primordi
di vastità sconosciute,
terra aria acqua
le voci madri
in cui s'accende il corpo
e si riaffida in quiete.
Liberare sabbia dal pugno
credendo d'aver catturato
un pesce, catalogare al tatto
foglie sassi conchiglie insetti,
scansati pericoli in anfratti
affrescati di proprie orme,
restare scossi dai lampi
dai tuoni, misteriose furie 
di entità sconosciute.
Vestirsi come alberi
di verdi e marroni,
curarsi col fango a strati
scoprire dai primati
che noci e banane son buone,
vedersi cambiati, crescere
provare euforia per un simile,
accoppiarsi come animali.
Non sapere di altre terre
e di futuri lontani.

Daniela Cerrato
Lana Adams on pinterest

Autore: Daniela

https://ilmondodibabajaga.wordpress.com/ email: danycer@fastwebnet.it

18 pensieri riguardo “desiderio primitivo”

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.