saṃsāra

In futura rinascita
essere verzura spontanea
e quando fuori piove
estendere foglie assetate
per cogliere più acqua,
fare boccacce a lumache ingorde
che indugiano a muoversi.
Fragolina o mora al riparo
di una fronda amica,
abbracciare il sole
sprigionando più profumo,
resistere a vento e grandine
assatanati per troppo caldo.
Ronzeranno sul capo le api
se scamperanno estinzione
e qualche cicala canterà
giorni torridi tra cespi e rami.
Ai cambi stagione nuovi abiti
e nuovi colori, saremo rovi
arbusti, alberi o fiori
anche semplici steli d’erba
a proteggere il quadrifoglio
che ama il massimo riserbo
e non vuole essere trovato.
Sano processo in metempsicosi
che d’umano abbandona le nevrosi.

Daniela Cerrato

Autore: Daniela

https://ilmondodibabajaga.wordpress.com/ email: danycer@fastwebnet.it

8 pensieri riguardo “saṃsāra”

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.