la scultura figurativa di Kevin Chambers

Per Kevin Chambers, classe 1982, l’ispirazione è arrivata all’età di 12 anni. Fu allora che iniziò la formazione artistica formale a Blairsville, in Georgia, con la famosa artista Colleen Sterling. “È stata la prima persona che ho scoperto che si guadagnava da vivere facendo l’artista”

Dopo aver frequentato l’Art Institute di Atlanta, Chambers ha deciso di specializzarsi in Media Arts and Animation.Ironia della sorte, non ha mai frequentato un solo corso di scultura durante gli anni del college ed era invece un aspirante animatore al computer. Un giorno, il suo professore lo portò nel laboratorio di informatica dove stavano lavorando degli animatori. Chambers ricorda quanto gli sembrò cupa e triste la stanza e fu informato che lavoravano dalle 8 del mattino e che sarebbero rimasti lì per altre 14 ore. Capì che non era portato a quel tipo di lavoro e comunque fu grato per i corsi che è stato in grado di seguire in questa specializzazione poiché lo hanno aiutato nella sua carriera a mantenere un certo movimento nelle sue sculture piuttosto che farle apparire statiche.
Ha studiato la figura con il maestro disegnatore, Glenn Vilppu a Napoli e ha anche lavorato con il pittore e illustratore Elio Guevara alla sua prima commissione pubblica, un progetto per produrre dieci grandi murales per lo Zoo di Atlanta.

Chambers ha il dono di esprimere emozioni, gesti e storie personali nella sua arte. Dice: “Sono costantemente ispirato da tutto ciò che mi circonda e cerco di portarlo nel mio lavoro”. I pezzi distintivi di Chambers sono sfumati con sensualità, ritmo e movimento; crede che la forma umanaLa maggior parte delle sculture di Chambers è costituita dalla forma umana poiché crede che sia un linguaggio universale e sconfinato per ciò che può esprimere.

La padronanza di Chambers dell’anatomia e della forma tridimensionale lo ha ispirato a insegnare, fornendo le sue istruzioni a ogni studente di scultura figurativa
nel suo studio KLC ad Atlanta. Tutte le sue lezioni hanno una forte base di anatomia, gesto e proporzione.
Adora la variegata comunità offerta dalle sue classi; i suoi studenti hanno un’età compresa tra i quattro e i 93 anni e provengono da ambienti diversi. È costantemente ispirato dai suoi studenti e non può immaginare di non poter condividere il suo mestiere con gli altri.

Negli anni Chambers ha potuto esporre i suoi lavori in gallerie e musei di tutto il mondo. Tuttavia, l’esperienza che più lo ha gratificato pare sia stata la possibilità di esporre il suo lavoro allo Smithsonian Museum of Natural History.

Lascio qui il link utile per un interessante tour virtuale al Marietta Art Museum tra le sue opere: https://mpembed.com/show/?m=LEZEjaQqr6n&mpu=591

Autore: Daniela

https://ilmondodibabajaga.wordpress.com/ email: danycer@fastwebnet.it

6 pensieri riguardo “la scultura figurativa di Kevin Chambers”

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: