reblog: Nelle langhe della Malora con Fenoglio. Un racconto di Andrea Caterini — Pangea

«Sono sicuro che qui, tra queste colline, tra questi campi coltivati a grano, in mezzo a questi noccioleti bassi e fitti, su questi tornanti che non finiscono mai, ci siamo già passati». 3.396 altre parole

Nelle langhe della Malora con Fenoglio. Un racconto di Andrea Caterini — Pangea

Autore: Daniela

https://ilmondodibabajaga.wordpress.com/ email: danycer@fastwebnet.it

3 pensieri riguardo “reblog: Nelle langhe della Malora con Fenoglio. Un racconto di Andrea Caterini — Pangea”

    1. essere contadini una volta, quando non c’erano ancora i mezzi automatizzati odierni, significava faticare sette camicie, diventare vecchi e pieni di acciacchi prima del tempo; qui si usava un detto che ricordo di aver sentito da bambina, per significare la scarsa voglia di lavorare “La tera l’è trop basa” (la terra è troppo bassa

      Piace a 1 persona

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.