si prega di toccare

Gli occhi non sono l’unico veicolo per apprezzare la bellezza di opere scultoree o architettoniche, può intervenire il tatto, per sfiorare e immaginare sotto le dita la Nike di Samotracia o la lupa capitolina, il Mosè di Michelangelo o la riproduzione a rilievo di Guernica. Sembra impossibile invece esiste un museo in cui avviene l’inversione del divieto di toccare un’opera d’arte; si tratta del Museo Tattile Statale Omero ad Ancona, uno spazio senza barriere rivolto a tutti coloro che desiderano sentire l’arte attraverso un senso solitamente trattenuto per rispetto di regole ferree. Dare un’occhiata al sito non costa nulla e altrettanto gratuito è l’ingresso per visitarlo di persona e ricaricarsi di emozioni sensoriali. Qui di seguito qualche opera giusto per dare un’idea delle riproduzioni di capolavori classici e sculture originali del 900 e contemporanee in esposizione. http://www.museoomero.it

il minotauro pentito di De Chirico
Il Tondo Pitti di Michelangelo
Lisa Sotilis, Omaggio a Prassitele
Pisanello, Lionello D’Este

Autore: Daniela

https://ilmondodibabajaga.wordpress.com/ email: danycer@fastwebnet.it

12 pensieri riguardo “si prega di toccare”

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: