poesie di Silvano Agosti

L’inutile pianto d’amore

Sei entrata anche tu in me,

col bouquet

di tradimenti

e incertezze.


Amori, simili al nostro,

morti anzitempo,

crescono senza pleniluni.


Le promesse,

immobili tra le ombre,

si perdono nel buio.


Chi saprà ora

vestire di azzurro

le tue malinconie?

***

Il mese dell’anno che preferisco

Il mese dell’anno che preferisco

è il tredicesimo,

quello delle stagioni inesistenti,

quello in cui gli uomini,

incontrandosi, sorridono.

Il mese in cui il sole non tramonta

e gli sguardi si perdono

nell’orizzonte.

E per trenta candidi giorni

anche tu mi ami nel desiderio.

***

I bimbi e la pace

Voi che a tre anni,

siete maestri di pace

e gioite

solo d’esser vivi.


Chiedete il perché di ogni cosa

e allungate le mani a sfiorare il cielo

toccate e volete tutto.

Portate alla bocca le macchie di luce,

e gustate il mistero.


La pace nasce,

dove ogni desiderio

trova risposta

e quando ognuno

scopre la rarità del mondo.

***

Ah il mondo!

Se è vero
come dite
che il mondo è dolore e sofferenza
cosa sono i fiori di tiglio
e i nidi d’ape
e le foglie che rivelano il vento
e questo mio essere contento
solo di poter vivere e vedere

__________________________

Silvano Agosti nato a Brescia il 23 marzo 1938, è un regista, sceneggiatore, montatore, direttore della fotografia, filosofo, scrittore, poeta e saggista italiano. A 17 anni si diploma all’Istituto Magistrale e parte per Londra col desiderio di vedere la casa natìa di Charlie Chaplin. Rimane un anno in Inghilterra alternando i lavori più umili così pure per un anno in Francia e uno in Germania. Infine parte per un viaggio intorno al mediterraneo in autostop. Visita come un pellegrino medievale Grecia, Turchia, Siria, Libano, Gerusalemme, Egitto, Libia e Tunisia.

Nel 1962 si diploma in regia al Centro Sperimentale di Cinematografia. Dal 1963 al ’65 segue un corso di perfezionamento all’Istituto di Stato del cinema di Mosca, dove si specializza in tecnica del montaggio e compie uno studio particolare sull’opera di Sergej M. Ejzenstejn dopo aver visitato le quindici repubbliche dell’Unione sovietica. Si stabilisce in seguito a Roma dove gira quasi tutti i suoi film e dove vive, gioca e lavora, dopo aver alternato viaggi in America e in India.

Autore: Daniela

https://ilmondodibabajaga.wordpress.com/ email: danycer@fastwebnet.it

18 pensieri riguardo “poesie di Silvano Agosti”

    1. Bonjour à toi ami sans frontières, la beauté est un partage ouvert, les portes de la poésie et de l’art doivent être ouvertes à tous, qui nous offre les clés a compris la grandeur
      merci bien et heureux lundi Alain

      Piace a 1 persona

      1. Comme trouver réponse au partage est roulante
        Qu’importe le chemin l’échange est un véritable véhicule non pollluable
        Le soleil pour lanterne marchons à l’ombre de notre fraîcheur
        Bonne semaine Daniela…
        Alain

        Piace a 1 persona

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: