Aerosmith,1998

I Don’t Want to Miss a Thing è un brano del 1998 scritto da Diane Warren e pubblicato originariamente come traccia bonus delle edizioni argentine e brasiliane del dodicesimo album in studio degli Aerosmith , Nine Lives, e poi come colonna sonora del film Armageddon – Giudizio finale, di Michael Bay.

I Don’t Want to Miss a Thing è stata la canzone di maggior successo nella carriera degli Aerosmith, debuttando al primo posto della Billboard Hot 100, dove è rimasta per quattro settimane e ottenne grandi riscontri anche a livello internazionale, raggiungendo la prima posizione in diversi paesi del mondo, tra cui Australia, Germania, Irlanda, Austria, Norvegia, Italia, Paesi Bassi, e Svizzera.

Albert Camus ( 7 novembre 1913-4 gennaio 1960)

"Trova un significato. Distingui la malinconia dalla tristezza. Vai a fare una passeggiata. Non deve essere una passeggiata romantica nel parco, la primavera nel suo momento più spettacolare, fiori e odori e immagini poetiche eccezionali che ti trasportano senza intoppi in un altro mondo. Non deve essere una passeggiata durante la quale avrete molteplici epifanie della vita e scoprirete significati che nessun altro cervello è mai riuscito a incontrare. Non abbiate paura di trascorrere del tempo di qualità da soli. Rubate un po' di tempo e donatelo liberamente ed esclusivamente a voi stessi. Optare per la privacy e la solitudine. Questo non rende antisociali, non fa rifiutare il resto del mondo. Ma bisogna respirare. E bisogna farlo."

Albert Camus, premio Nobel 1957, da Notebooks, 1951-1959

poesia senza verso

Poesia D'amore in esubero
variabili passabili o mediocri
di grandi cantori del passato,
un rimescolare di sublimi versi
persi nel social modernismo
d'un sogno che spera conquista.
Ineffabile la meglio poesia,
la Poesia In Amore,
frangente di silenziose
impietose dolci offese
interdette a trascrizione,
prima e dopo la creazione
d'un cosmo d'ombre e luci,
astrazione santificabile
al di là d'ogni verso.
Non ha titolo, secretato l'autore.

E anche questa è  esubero
dimenticate d'averla letta.

Daniela Cerrato

Alberto Martini, 1930

Il dono di Roberto Hernandez, elilustradordebarcos

Due giorni fa ho pubblicato un post sul grande Vladimir Horowitz e ieri il simpaticissimo amico -blogger Roberto Hernandez di Valencia mi ha inviato per e-mail una gradita sorpresa che merita condivisione; una sua recente illustrazione in cui è ritratto Horowitz al pianoforte.

Roberto Hernandez ,Wladimir Horowitz piano Odessa


Per chi non lo conoscesse già, Hernandez è un abile illustratore di navi,ha iniziato a disegnare da bambino e ha proseguito senza frequentare un’accademia d’arte; la sua tecnica preferita e abituale è l’acquerello con un attenzione scrupolosa al disegno perchè come lui stesso dice “un buon disegno è la chiave per il risultato finale”. Il fatto di essere nato e di vivere in una città portuale gli ha consentito di osservare e riprodurre al meglio le grandi navi e nel tempo perfezionare la tecnica; ha pubblicato anche libri sulla storia marittima. Sul suo blog wordpress ( https://elilustradordebarcos.wordpress.com/ ) pubblica solo cose legate al mare e alle navi mercantili, mentre sul sito https://www.robertohernandez.es/pintura si trovano altri disegni su treni, auto, nonchè fumetti e una sezione dedicata ai poster. Grazie Roberto! 🙂