Vita in musica

Tristi sonorità
provengono da una chitarra
pizzicata a distanza

forse note di lacrime
sul variegato pentagramma
dell’esistenza

oppure è un preludio
d’improvviso udrò
incalzare il ritmo

poichè variano le melodie,
tra un’adagio e un’andante
sfuma la vita passante.

Daniela,2016

Fotografia di Josephine Sacabo – La Guitarra

josephine-sacabo-la-guitarra

 

Poesia scanzonata

Disinvolta allegria
tra vaporosi cuscini
confidente frivolezza
tra gioie e tristezza
che subito scacci
coi morbidi abbracci
la femminilità più vera
si mostra sincera
tra amiche del cuore
dove intrighi d’amore
lasciano il posto
ai profumi ai fiori
alle ferie d’agosto
nere vesti o a colori
quel dialogar d’ogni cosa
purchè tinto di rosa
e quel tornare bambine
tra collane a perline
fa un gran bene davvero
per staccare ogni tanto
dal gioco più severo
d’esser maschile vanto.

Daniela,2016

Aleardo Terzi (1870-1943), Girlfriends – 1913

aleardo-terzi-1870-1943-girlfriends-1913

Hans Erni,il Picasso elvetico

Hans Erni pittore ultracentenario d’oltre confine scomparso lo scorso anno è stato per me una piacevole scoperta di pochi giorni fa quando per caso ho posato gli occhi su una sua opera che mi ha incuriosita perciò non conoscendo nulla dell’autore sono andata alla ricerca di notizie e di altre opere che mi hanno entusiasmata.
Hans Erni disegnatore e scultore svizzero nato a Lucerna nel 1909 e morto nel 2015 è stato soprannominato il Picasso elvetico per l’enorme influenza assorbita dal pittore spagnolo,ed è stato conosciuto soprattutto per le sue opere figurative.
Da disegnatore edile nel 1927 decise di cambiare strada iscrivendosi alla Scuola di belle arti di Lucerna,completando poi la sua formazione a Berlino, Parigi e Londra, dove ebbe l’opportunità di frequentare artisti che lo influenzarono moltissimo tra cui Kandinsky, Mondrian, Calder, Georges Braque e Picasso. Si è sempre ispirato alla mitologia greca allo sport che ha sempre praticato sin da giovane e alle scienze; purtroppo è stato spesso denigrato e malevolmente considerato dai critici alcuni dei quali gli rimproveravano di non essersi mai rinnovato.
Tra le sue opere più note c’è un affresco murale lungo 100 metri intitolato “La Svizzera, meta turistica dei popoli”, realizzato per l’esposizione nazionale del 1939.
Morto all’età di 106 anni Erni si è dedicato alla pittura sino alla fine,nel 2014 ha portato a termine una sua opera dal titolo La colomba della gioventù,di quattro metri per tre.

hans erni MAY-B-0034.1L.jpg

hans-henri-winzer-und-winzerin-1976

hans-erni-apollo

Mancato respiro

Sarebbe mancato respiro
nascondersi dietro un fiore
se il pensiero deviato
diviene assillo
sfida falsa vergogna
per la maliziosa intesa
di occhi che si scrutano
attraverso pori dilatati
che lacerano vesti
di iniziale titubanza,
si trasformano furiosi
in labbra dita verga
e affondano nella carne
che cede arrendevole
pari al pensiero.

Daniela,2016

Fotografia di Mark Arbeit

mark-arbeit