Ombra amica

Ombra amica, gemella silenziosa
in cui tua sagoma osservi,
con cui sino a sua noia conversi,
ti segue in virtù di fedele confidente
anche quando non ti soffre
e meriteresti  rinsaventi sberle,
piccole grandi soddisfazioni
nei tuoi riguardi si prenderebbe
se di lingua facesse uso,

quanti sassolini dalle scarpe
leverebbe se non fosse a piè nudo,
certo non approverebbe
ogni tuo gesto, mentre in abuso
tu fai di sua bontà tacito assenso
e la adori per quel suo non dire,
unico essere che non ti potrà tradire
dotata com’è di sano buonsenso.

Daniela Cerrato, 2017

Foto di © Peter Martin, 1951

Peter Martin, 1951

Estati del passato

estati gioiose
ricche di prati, di fiori,
tra gialli farfari e botton d’oro
rose alpine e genziane.
Nel campeggio montano
tra luglio e settembre
era piacevole stanzialità,
finchè qualche roseo colchico
annunciava il rientro in città,
erano passeggiate e corse
con la  cucciola cresciuta
con me bambina timida
diffidente come  lei.
Compagna fedele e complice
dal manto dolce e carezzevole
mutò i miei giochi solitari
in divertimenti festosi;
ma l’amica del cuore
troppo presto salì
tra le nuvole tristi
che per qualche tempo
oscurarono l’animo
in stagioni identiche
ma meno entusiasmanti.

Daniela C.,2015

5434769