Vola alta

Vola alta la bellezza
negli spazi immaginari
nei sogni e desideri
riveste le giornate di gaiezza
presenzia ovunque Afrodite
trasfigurata in sembianze
molteplici, seducenti calamite,
dal granello luccicante
di sabbia grossolana
alla piuma colorata
di un’ala che volteggia,
un fiore,una coccinella
un cielo che rosseggia
la melodia più dolce
una poesia una scultura
la tela che per meraviglia
appaga i sensi e ci cattura
e davvero,se ben ci pensi
ogni risveglio è già splendore
aprire gli occhi al nuovo giorno
ritrovare quel battito del cuore
che pulsa forte per beltà dintórno.

Daniela Cerrato,2017

Herman van Bon Photography,” in to the wind”   for more photos: https://elementaryposters.com/

herman-van-bon-photography-intothewind

Macro e dintorni

Di macro fotografiche ne vedo ogni giorno e sulla loro bellezza non mi pronuncio perchè ognuno di noi può constatarla di persona, voglio però esprimere un pensiero che mi si ripropone ogni volta che rimango incollata ad una di esse per più di cinque minuti.
L’ingrandimento magnifica ogni cosa, anche la più semplice diviene meravigliosa,ciò che è perfetto può risultare imperfetto e viceversa. Offre uno stupore visivo che ci rapisce di fronte a dettagli che all’occhio umano sono poco più che percettibili o passano inosservati tramite un’osservazione a distanza sommaria. Come le macro fotografiche sono altrettanto spettacolari le osservazioni al microscopio o con la più semplice lente di ingrandimento con cui è sufficiente guardare una piccola porzione della nostra epidermide per scoprire un mondo meraviglioso…e qui mi torna alla mente l’adolescenza ,quando tra i vetrini di un microscopio ricevuto in regalo (forse oggi regalo ritenuto obsoleto e privo di attrattiva…) già un pezzo di carta grossolana aveva su di me un effetto quasi caleidoscopico

(D.C.,2017)

Photo di Paul Militaru,”White orchids”

white-orchids

Il mercato dei fiori

mercato dei fiori
brusio in lontananza
tavolozza a chiasso aperto
profumi di calicanto e lavanda
gelsomini mughetti e rose
occhi intinti nei colori
di singoli steli o composizioni
miniate o magnificenti
bonsai, sapienti ikebana
ci conducono a oriente
e fra tutte queste verzure
scorre l’idea curiosa
di quante farfalle si saran posate
su quelle corolle, che mano ha reciso
bulbi e mimose che han perso sorriso.

Daniela Cerrato,2017

Edouard Cortes, (1882–1969)“Flower Market At La Madeleine”

edouard-cortes-flower-market-at-la-madeleine-3

Bella oltremisura

Potente il tuo richiamo
cui non voglio sottrarmi
mi attendi su un fianco
pacata ad occhi chiusi
ornata di luna e stelle
l’allaccio è voluttuoso
tra innumerevoli desideri
liberi talvolta i più leggeri
oltre le ardite fantasie
mi conduci altrove
senza anticipare dove
sei inizio e fine
d’irrazionali regie
come aliante mi trasporti
verso vivi e morti
eternamente bella,
direi proprio oltremisura.
Unico neo lasciami dire
è quell’ultima tua stella
che ogni volta vedo svanire
il tuo tempo ,cara notte, poco dura.

Daniela Cerrato,2017

Dipinto di Wendy Malan

dream-horse-wendy-malan-b-1945

Miniatura

Qual mano assai fina
con precisione estrema
a schiena china
e di virtù emblema
concentrò in miniatura
la sopraffina arte
e sì particolare cura
ebbe a imprimere sulle carte?
A capoverso di pagina antica
il minuto dipinto campeggia
seppure  lillipuziano si dica
pare quadro che in museo primeggia
sia sacro o profano il testo
ammirazione richiama e conserva
dell’epoca sua storico contesto
e simbolici arcani in sè riserva.
Daniela,2016

handbook-of-commercial-arithmetic-manuscript

Manoscritto di aritmetica commerciale,Lombardia,1578 circa .

 

Correva l’anno

Correva l’anno
del pudore
che inibiva eccesso
l’ardore contenuto
in parole in gesti
in severe vesti
mortificava amore
e tu con audacia
mostravi bellezza
chissà da quanta
ipocrisia malata
fosti additata…
ma a rivedere adesso
la tua aria sognante
e il dolce sorriso
susciti al guardante
infinita tenerezza
e se io fossi amore
ti carezzerei il viso

Daniela,2016

Immagine da web

tumblr_oia17mylax1t1oy52o1_500

La bellezza di un sorriso

Il sorriso sottolinea
rughe profonde
occhi lontani
dai nostri vizi
sebbene simili
si specchiano limpidi
nella semplicità
del poco avere
di un lieto essere vita
che assorbe dalla terra
ogni felicità provata.

Daniela,2016

Akha woman,Hill Tribe Villiage in Chiang Rai, Thailand (foto da web)

tumblr_ohqoanond91saph2jo2_540

Dettagli che ammaliano

Quando pittura
venera natura
in punta di emozione
mi adagio sul dettaglio
è così che giunge ammalio
da tal siffatto accento
l’occhio si sazia contento
nel vedere  tanta grazia
tra le tenui trasparenze
e le armoniche sapienze
dando quasi per scontato
che una lacrima velata
sia gioia tramutata
per l’artistica passione
di chi abilmente volle
stimolare il sognatore
al desìderio quasi folle
d’oltrepassar sublime tela
che altro spazio non rivela
e ritrovarsi in ameno luogo
tra i molteplici sentori
assaporando a tutto sfogo
l’armonia di quei colori.

Daniela,2016

Jan Brueghel il giovane: dettaglio di “Adamo ed Eva in Paradiso”, 1630

jan-brueghel-the-younger-detail-from-adam-and-eve-in-paradise-1630