Haiga 14.01

Trecce fatte e disfatte
per anni tuo sfizio
ora più complesse
prive dei fiocchi rosa
tipicamente fanciulli,
raccolta nei capelli
è l’eredità corvina
di tuo padre
-non unico tratto
che somiglianza
conferisce-
in ciocche serpentelle
mostri sensuale
con estrosità adulta
l’indole tua
in ricordo sempre presente
di una infanzia sbarazzina

Daniela Cerrato,2017

Immagine da web

trecce

Annunci

Color cielo

La vestaglia color cielo
scivola suadente
sul fianco sovraesposto
da eccessiva luce
il tuo dorso
è parco giochi
della mente
che già accarezza
e delle dita che saranno
dispettosa brezza
mentre tu divertita
dal piacevole tocco
dai capelli raccolti
sfilerai il nodo a fiocco

Daniela,2016

Egon Schiele “Standing Female Nude in a Blue Robe”

standing-female-nude-in-a-blue-robe-by-egon-schiele

Farfalle disordinate

Un risveglio privo di sole
ma con una luce accecante
che ricolma la stanza
e mi desta dal torpore
della notte sfumata.
Raccolgo le idee con indolenza,
farfalle disordinate
che svolazzano in testa
tra richiami familiari
e profumo di caffè.
Dilato le palpebre
ancor rilassate,
osservo allo specchio
il sorriso buffo
per la chioma ribelle.
Non biasimo gli spavaldi ciuffi
in fondo li adoro così,
liberi di esprimersi
mai forzati nel silenzio;
del resto ci assomigliamo.
L’aroma del caffè
m’attrae altrove,
al resto penserò dopo
tardi facendo.
Che la giornata abbia inizio…

Daniela,dicembre 2015

Dipinto di Aleardo Terzi (1870–1943)

Aleardo Terzi (1870–1943), Matin d’été.

Colazione d’altri tempi

Ricordo il caffèlatte caldo
in una scodella colorata
che da bambina pareva enorme;
riscatto della sveglia,
inizio di giornata allietato
da biscotti caserecci
o pane raffermo.

Le labbra si scottavano
in un’inverno rigido,
la panna trabordava
e ferma ai lati della bocca
suscitava il riso della mamma,
che mi affrettava
per accompagnarmi a scuola.

Stivali,mantellina,cartella,
in rassegna l’equipaggiamento
quaderni,libri,astuccio,
gli ultimi ritocchi ai capelli
e poi passi decisi verso la scuola,
il suo saluto prima di lasciarmi
tra mille raccomandazioni.

L’odierna colazione
se il tempo lo consente
è ben misera cosa a confronto,
un cappuccino preso al volo
senza sapore aggiunto,
senza il profumo d’amore
mescolato in tazza.
Daniela Cerrato, 2015

immagine dal web

o1_1280