Galoppo tardivo

Da tempo infinito
dimenticato in soffitta
tra vari oggetti dismessi
attendi quel bimbo
che un dì smontò da sella
nell’ ultima corsa
della sua infanzia monella
altri giochi scalzarono
il dondolìo cullante
del tuo legno robusto
che sotto polvere mostra
gli inalterati colori,
che strana la vita or quando
dalle stelle alle stalle
muta fulminea condizione,
tu sei sempre lo stesso
pronto a muovere il passo
eppure immobile resti
ad attendere ancora
speranzoso di udire
chissà, forse un giorno
qualche risata dintorno
una mano che rimuova
quello strato di oblìo
e ti doni aria nuova
per un galoppo tardivo.
— Daniela Cerrato,2017         _________    Immagine da web

ad271f48-67e2-11e6-8655-ff81f7e1f30c

Annunci