Ascoltando il silenzio

In paese è calato il silenzio
del mezzodì a finestre ancora chiuse
giunto con l’anticipo di un’ora
tornato a esibire la sua veste estiva

un silenzio quasi innaturale
nel caldo umido di una primavera
che tarda a scaldare la freddezza
delle poche anime accigliate all’aperto.

In paese è calato il silenzio
di un Novecento fuggito lasciando
le sue eleganti antiche insegne
che mostrano il viso per memoria

di botteghe storiche chiuse da tempo
cui restano ingiallite tracce
e muri scrostati che piangono
un abbandono annunciato.

In paese è calato il silenzio
un silenzio che sa di commiato.

– Daniela Cerrato,2017
Fotografia di Daniela Cerrato

P1090651 dettaglio

Correva l’anno

Correva l’anno
del pudore
che inibiva eccesso
l’ardore contenuto
in parole in gesti
in severe vesti
mortificava amore
e tu con audacia
mostravi bellezza
chissà da quanta
ipocrisia malata
fosti additata…
ma a rivedere adesso
la tua aria sognante
e il dolce sorriso
susciti al guardante
infinita tenerezza
e se io fossi amore
ti carezzerei il viso

Daniela,2016

Immagine da web

tumblr_oia17mylax1t1oy52o1_500