Senryu 06.06

Inchiostri sciolti.
Nell’acqua prendon corpo
vive fantasie.

Daniela Cerrato, 2017

Nell’immagine un’opera di Chris Slabber, l’artista sudafricano che mi ha ispirato questo senryu, e che utilizza la manipolazione fotografica per formare figure  tra  turbini di vernice disciolta in acqua. (https://www.artpeoplegallery.com/destructioncreation-by-chris-slabber/ )

chrisslabber1

Annunci

Ciack,si sogna

Son come scintille
nella notte
i lontani lampioni
oscurati
dagli infissi
semiaperti
nella quiete tiepida.
Il corpo adagiato
ormai slegato
da ogni catena mentale
del giorno concluso
si dissocia dalla mente,
ancor attiva
di ospitare in sogno
presenze cercate
o tratte a sorte
dall’inconcio
che mai si assopisce.
Anzi
spiega le ali
proprio ora
che le palpebre
scendono
e diventano schermo
su cui si proiettano
strani cortometraggi
talvolta a colori
senza titolo
nè sceneggiatura
dove registi attori
spettatori
si scambiano ruoli
in una recita
a uno o più tempi.
Biglietto singolo
vietato disturbare
sino alle luci
rosate del mattino
non ci si deve destare.

Daniela,aprile 2016

Artwork by Pavel  Pokidyshev

Renaissance-painting-by-Russian-artist-Pavel-Pokidyshev-11

La soffitta dei sogni

Ogni sera
la soffitta dei sogni
era un mondo nuovo
da raggiungere presto
in gioioso entusiasmo
per scoprire meraviglie,
iniziare un nuovo viaggio
o proseguir quello
che aveva alimentato
la mia fantasia.
Correvo a guardare
quei puntini luminosi
apparsi per magico incanto
in una volta immensa,
tanto gigantesca
da sentirmi ancor più piccina.
Talvolta a migliaia cadevano
le gocce d’acqua chiacchierine
ben distinte o a scroscio
che parevano dar brìo
al mio animo quieto.
I fiocchi di neve
nel loro silenzio
evocavano personaggi
di fiabe ascoltate
e nel loro accomunare
in pallido colore
l’intero paesaggio
inducevano l’animo mio
a sopor lento.
Fuggivo se tuoni e fulmini
erano in agguato
e sgattaiolavo sotto coperta
interamente
come fosse il temporale
a non dovermi vedere.
E quando la nebbia
oscurava ogni visione
erano le matite pastello
a colorare le mie sere
in quaderni pieni di impressioni.
Peccato averli persi
quei quaderni
ma la soffitta dei sogni
vive ancora.
Daniela,febbraio 2016

immagine dal web

bimba alla finestra

 

Senza ispirazione

Osservo la tela bianca
da trasformare
con linee e colori
emissioni di energia
di idee rappresentate.
Ma oggi il pensiero è spento
non trova degna ispirazione,
confuse tracce nella mente
si disperdono rapide
e non si concretizzano.
Continuo a fissare
l’immacolato rettangolo
quel bianco abbagliante
resiste ai pennelli,
che rimangono a riposare
con le mie fantasie.

Daniela C. ,2015

Aarti Shinde (indian artist) “I can’t paint”

I Can’t Paint

Viaggiando oltre i sogni

Viaggiando nel sogno
che talvolta
scuote l’animo
diverte,incanta,
culla mente e cuore
su dorate nuvole
spesso ci spingiamo
oltre il limite,
il volo si fa greve
inganna spiazza
destabilizza
per troppa illusione
si ingigantiscono
malcelate debolezze
e solo allora
ci si desta bruscamente.
Acciaccati e lividi
tocchiamo con mano
di nuovo la realtà.
Daniela,2015

Marc Chagall,Il viaggiatore,1917

chagall-the-traveler-1917