Reincarnazione

In un luogo indefinito
ove  il tempo era senza misura
fui farfalla di rosso tinta.

Ora vivo nel tempo scandito
e vibra la mia pelle al vento
di un marino tramonto.

Possa il mio corpo ritornare
ad esser battito d’ali,
là dove il tempo è infinito.

  • Daniela Cerrato, 2017

Foto di Ernest Louis Lessieux “Tatiana sur une plage d’Oléron”, après 1907. Autochrome. © Alienor.org
Ernest-Louis Lessieux. Tatiana sur une plage d'Oléron (titre factice) après 1907. Autochrome. © Alienor.org.jpg

Volteggio liberatorio

Ed infine
quando ogni voce
ha oltrepassato le pareti
e s’è dissolta ogni eco mentale
riesco ad udire quei pensieri
solo miei che affiorano
chiari come i battiti
del cuore che s’acquieta,
come mare che le acque placa
dopo passata burrasca,
e in questa pacifica sfera
fin dove si spingono
i sogni non più trattenuti
divaga la mente mia
e di leggerezza s’infonde
come farfalla che le ali dispiega
e volitante gode del suo volteggio
liberatorio.

Daniela Cerrato,2017

Artwork by Esther Sarto

2+Esther+sarto+redigeret+1smallkontrast

Il fiore e la farfalla

Si narra che un dì
in un tempo lontano
una farfalla
colpita da bellezza
d’un fiore semplice
planò su quei petali
con estrema grazia;
dall’alto del suo stelo
egli si meravigliò
di tanta leggerezza
che per nulla gravò
sulla corolla intatta.

Insieme creavano
uno splendido quadro
di colorata natura
e di grande incanto,
scordando la loro
precedente solitudine
leggiadri giocavano
con la gentilezza
dei loro pensieri
solleticandosi
tra gioiosi contatti
soffici e impalpabili.

Non si sa per certo
come avvenne
ma per probabile magia
fusi insieme
diedero vita ad unico corpo
in eterna simbiosi
a fissar l’istante
del fortunato incontro,
due ali aperte
verso il sole
poggiate su un petalo
rosso d’amore.
Daniela,febbraio 2016

fiore farfalla11