Afa pomeridiana

In quest’afa pomeridiana
ogni gesto è opprimente,
anche il riposo è una sfida
pur se costanti ruotano
le pale del ventilatore;
è un ronzìo fastidioso
ma offre parziale sollievo
alla mente che pare assente,
opaca, inerte, stanca
anche per il non pensare.
Le idee paiono evaporare
verso l’alto per poi cadere giù,
pioggia di piume sospese,
leggere,incolori,confuse.
Non si posano sul capo
ma volano nei pressi, sparse,
le osservo mentre si spostano
adagio, vibrando, soffiate via;
anche loro si lasciano trasportare
dal gioco vorticoso dell’aria
cui non mi posso sottrarre.
E al torpore inevitabilmente mi piego.

Daniela Cerrato, 2017

Annunci

Infida melanconia

Giungi sempre d’improvviso
infida dama dai tristi panni
prendi alloggio nel mio animo
senza attendere un consenso
il cor mio ospital s’arrende
ogni volta al tuo bisogno
di trovare luogo adatto
per sfogare uggioso lagno.
Si propaga in grande fretta
quel tormento conosciuto
mal sì dolce e lacrimoso
par non veda via d’uscita
ma dentro me una forza grida
più non posso tollerare
tal cupezza devo sfrattare.
M’alzo e muovo veloci passi
verso orizzonti di letizia
non vorrei ti conficcassi
qual spillo che fianco sevizia

Daniela,2016 ___ Dipinto di Louis Jean Francois Lagrenee (1725-1805)

louis-jean-francois-lagrenee-1725-1805-melancholy