Nella varia umanità

Nella varia umanità c’è sempre qualcuno che scruta le tue fragilità e con perfidia s’appresta ad usarle per farne sua forza.
Cucirsi addosso la resistenza d’una corazza invisibile è buona soluzione per non cadere
stritolati nelle truci fauci d’esseri subdoli e sleali.

Daniela Cerrato, 2017

“Lying naked woman (The Voyeurs)” , Pablo Picasso

Lying naked woman (The Voyeurs) via Pablo Picasso

Annunci

Sull’eterna questione

Sono qui e lo osservo
nella sua trasparenza
che nulla nasconde,
fragile ma a viso aperto
nel mostrar contenuto
e mai riesco a dire
se sia mezzo vuoto
o pieno a metà;
in verità non mi sento
di risolver la questione,
chè si sa è visione soggettiva,
ma altre idee si sollevano
curiose a tal riguardo,
penso piuttosto a come
il vitreo cilindro
si può sentir umiliato
nella sua semi vuotezza,
e turbato nella sua semplicità
per custodir semplice acqua
che se inutilizzata evaporerà.

Daniela Cerrato, 2017
pixabay-2315559_960_720.jpg

Dissolvenza

Soffiata verso il cielo
la magica sfera d’emozioni
stupiva gli occhi, col suo velo
sottile, in aeree evoluzioni

non s’è persa l’affezione
per la creata trasparenza
pur se fragilità e inconsistenza
fanno spazio al paragone

coi sfarfallati smunti amori
di forza nulla e fiato lieve
che dopo falsi crescenti ardori
si dissolvono se aria si fa greve.

Daniela Cerrato, 2017             ( Immagine da web )

bolla

Pillola di fortuna

Durante la vita
si può attraversare
un periodo d’oro
in cui ci si reputa
invincibili
inattaccabili,
e fieri della propria onnipotenza
si pensa di poter conquistare
qualsiasi capriccio.
Ma anche un drago
col tempo giunge
al particolar frangente
che lo rende indebolito
fragile e insicuro,
e provato da lotte e ostacoli
può giungere a desiderare
un piccolo aiuto
e neppur disdegnare
l’arrivo di una pillola di fortuna.
– Daniela,febbraio 2016

immagine da web

f0826bc38bb965b659203571c23921a4

Madre natura

Ondeggian gli steli,
le azzurre coppe
si increspano
al destare del vento,
l’aria scortese scompiglia
le fragili consistenze
mentre il cielo
muta il celeste volto
in un grigio pallore.
Nell’osservare questi fiori
delicati e vulnerabili
nasce il pensiero
che anche la natura
al pari di altra madre
può essere dolce o severa
verso le proprie creature
a cui non resta che obbedire
rispettosamente.

Daniela,dicembre 2015

Artwork  by Irina Rumyantseva

Jade Poppies  by Irina Rumyantseva