Francesco Garnier Valletti e il museo della frutta

Francesco Garnier Valletti nacque a Giaveno nel 1808 iniziò la sua attività come confettiere e in seguito cominciò ad esercitare la professione di ceroplasta, prima a Torino e poi a Milano dove venne introdotto alla Corte imperiale di Vienna e lì cominciò a riprodurre oltre ai fiori anche frutti.
La sua attività di modellatore in seguito lo condusse a San Pietroburgo, alla Corte dello Zar Nicola I e dal 1851, cominciò a girare l’Italia e l’Europa esponendo il suo lavoro nelleEsposizioni Internazionali. Collezionò almeno 32 medaglie e nel 1878, venne insignito da Umberto I cavaliere dell’Ordine della Corona d’Italia.
Molte delle sue creazioni si possono ammirare a Torino al Museo della Frutta,dove è collocata la straordinaria collezione di oltre mille frutti modellati a fine Ottocento da Valletti.
Il primo Museo Pomologico risale al 1857 nel Regio Stabilimento Agrario dei Burdin,una famiglia di vivaisti trasferiti da Chambery a Torino nel 1822.
L’attuale Museo presenta i lavori di Valletti acquistati dalla Stazione Agraria nel 1927 e custoditi in mobili appositamente costruiti per esporli; i frutti sono rappresentati nella lorointierezza e anche in una visione sezionata con i diversi stadi di marcescenza; centinaia di varietà di mele, pere,pesche,albicocche,susine, uve. Le varietà presenti tutte etichettate sono tanto numerose da far pensare a quante specie sono ormai sparite dai mercati e dalle mense.
Oltre a materiale interattivo vi è anche una ricca biblioteca con interessanti volumi scientifici. Per appassionati o interessati di botanica e agricoltura un luogo interessante dove trascorrere qualche ora.
Il museo si trova a Torino in via Pietro Giuria 15 ; aperto dal lunedì al sabato dalle 10,00 alle 18,00.

alla_ricerca_della_frutta