Hans Baldung Grien (1484 -1545)

Baldung Grien fu pittore, incisore e disegnatore di vetrate. Si formò a Strasburgo e completò i suoi studi nella bottega di Dürer dove è documentato intorno al 1503. Il suo soprannome di “Grien” (verde, in tedesco antico) risale alla sua giovinezza quando era nota la sua preferenza per quel colore. Quando Dürer fece il suo secondo viaggio in Italia tra il 1505 e il 1507, Grien rimase a capo dello studio a Norimberga poiché era considerato il suo miglior allievo. Nel 1509 è nuovamente documentato a Strasburgo dove divenne cittadino e gestiva una propria bottega.

Grien e Dürer godettero di un rapporto di amicizia e ammirazione reciproca che sarebbe durato fino alla morte di Dürer. Tra il 1512 e il 1517 Grien si trasferì a Friburgo per eseguire il progetto più importante della sua carriera, la decorazione dell’altare maggiore della cattedrale sotto forma di una monumentale pala d’altare con 11 dipinti di cui l’elemento centrale era l’Incoronazione del Vergine . Questa pala, ancora in situ, è considerata uno dei suoi capolavori. Nel 1517 tornò a Strasburgo dove rimase fino alla sua morte nel 1545.

Fu molto prolifico e versatile e la sua vasta produzione comprende opere religiose, ritratti e composizioni mitologiche e allegoriche. Soprattutto le allegorie possono essere considerate il suo contributo più importante; i nudi femminili erotici in esse contenuti trasmettono messaggi legati al concetto di morte. Tra i suoi dipinti più belli ci sono Le sette età della donna (Museum der Bildenden Künste, Lipsia), Le tre Grazie e Le età e la morte (entrambi nel Museo del Prado, Madrid). I suoi lavori, dipinti e stampe, sono stati influenzati dal lavoro di altri artisti del Rinascimento tedesco come Lucas Cranach, Grünewald e ovviamente Dürer.

Hans Baldung Grien , (1484 -1545) Il Diluvio, 1515

Lucrezia, 1520
Le due streghe
Le sette età della donna
Adamo ed Eva