Sogno di terre lontane

Impossibile non perdersi
nei viaggi improvvisati
dei sogni notturni,
ogni volta è un gioco,
un’avventura, è libro illustrato
di favole che prende vita.
Ho come unica guida il fioco suono
di un flauto, appena percepito,
che accompagna i miei sandali
meravigliati, sospinti su suoli
mai percorsi prima, molte volte
immaginati, forse desiderati.
Nessuna meta, è un vagabondare lento,
attento, ogni incontro si fa sorpresa,
tra mercanti, faccendieri, artisti
pelli diverse, sangui misti,
mosaici di emozioni che si compongono
strada facendo, andando, osservando.
Terre lontane che si rivelano
nei loro profumi indigeni,
di spezie, incensi e intensa vita
e ogni volta un nome, un dettaglio,
un volto, una stoffa, entrano a far parte
della memoria, sì che li riconoscerei
uno per uno quando desta li configuro,
ed ogni angolo laddove scorto
potrebbe divenire rifugio vero
da questa realtà misera che perde corpo.

– Daniela Cerrato, 2017

Art by Andrey Remnev

Andrey Remnev

Frettoloso viavai

Incrociamo sguardi
di vite assai diverse
ogni giorno
e pur sapendo nulla
delle loro esistenze
ne sfioriamo distrattamente
il recondito mistero.

Daniela Cerrato,2017

© Ed van der Elsken Photo

ed-van-der-elsken