Urlo in libertà

E’ onda lieve nel cielo
la curva che dal basso
pare proiettata verso l’infinito.
Eppure lassù
ove pare interminabile
il possente verticalismo
c’è un colmo adatto
a spalancare le braccia
ed urlare a tutto fiato
il tuo nome nel vento.
Potrebbe apparir banale
ma il cuore accontento.

Daniela,settembre 2016

“Architecture wave” by Annk on Flickr

architecture-wave-by-annk-on-flickr

A briglia sciolta

Sbriglio i sogni
e lascio che fuggano
dalla prigionìa della mente,
come mustangs al galoppo
che recano in groppa
parte dell’anima mia ribelle
indomabile e fremente
agognante evasione
da ristrettezza
spazio-temporale.
Li lascerò correre
all’impazzata
senza esitazioni nè soste,
dritti verso la libertà
senza una meta, verso l’infinito.

Daniela,gennaio 2016

Immagine da web rielaborata

Vampiro-Lex Mustangs bb

Gabriele D’Annunzio, Voglio un amore doloroso…

Voglio un amore doloroso, lento,
che lento sia come una lenta morte,
e senza fine (voglio che più forte
sie della morte) e senza mutamento.

Voglio che senza tregua in un tormento
occulto sien le nostre anime assorte;
e un mare sia presso a le nostre porte,
solo, che pianga in un silenzio intento.

Voglio che sia la torre alta granito,
ed alta sia così che nel sereno
sembri attingere il grande astro polare.

Voglio un letto di porpora, e trovare
in quell’ombra giacendo su quel seno,
come in fondo a un sepolcro, l’Infinito.

gabriele-dannunzio