Empireo

Note liliacee
emana la tua pelle
di pomi e di agrumi
effonde l’empireo
di tua rosea delizia
su cui freme
il mio corpo nudo
tu sei natura
mare terra aria
sole che scalda
tramite l’ardire
delle vermiglie labbra
di te si nutre
il mio abbandono
e per carezzevole
dolce intrusione
a te m’avvinghio
come edera a tronco
che pazienta fioritura
e il tuo abbraccio
plasma nuova vita.

Daniela Cerrato,2017

“Poema de la tierra”, Nestor Martín Fernández de la Torre (1887-1938)

poema-de-la-tierra-nestor-martin-fernandez-de-la-torre-1887-1938

Annunci

Trattienimi

Corri,trattienimi
non lasciarmi fuggire
da questo nostro sogno
dove l’azzurro cielo
si mescola all’oro del sole
al rosa delle tue labbra
il bianco della mia pelle,
ai verdi sfumati
dell’erba che ci solletica
al rosso delle fragole,
succosi frutti che come giochi
ci divertono e stimolano
con le loro dolci rotondità,
dove l’oscurità è solo
quella della complice notte;
il resto sono colori
impressi in una tavolozza
di iridata gioia
che sorprende ogni giorno.
Daniela C.,2015

Ossip Zadkine (Russian-French, 1890-1967) “Pursuit”, 1956

Ossip Zadkine (Russian-French, 1890-1967)