Due passi in cielo

Ci sono giorni in cui l’insofferenza giunge già dalla prima notizia percepita e  sentendoti dissociata completamente dagli ingranaggi di un mondo troppo guasto, ti trovi a pensare a quanto possa esser bello poter fare due passi in cielo.Si,effettivamente sarebbe un comodo lusso estraniarsi a tempo indeterminato, ma avresti poi gli stessi  rimorsi di un disertore a battaglia in atto, perciò trangugi lo schifoso boccone e imprecando ti ritrovi alla seconda notizia immonda della giornata.Certo che sale una gran rabbia nel  realizzare che l’unica arma disponibile è quella di non seguire più i media; ma l’ignoranza favorisce solo l’altrui interesse e allora ti sorge spontanea la domanda,stiamo combattendo una  battaglia o siamo solo dei bersagli quasi immobili senza via di scampo? La risposta già si conosce, non si può considerare battaglia se tra i contendenti non c’è parità di armi; siamo al solito cane che si morde la coda…

Daniela,ottobre 2015

 

 

Sfera imperfetta

Verde, paglierina, screziata o rosso sangue,
cristiano emblema del peccato
sfera imperfetta come il mondo
dolce come sussurro d’innamorato.
Anima dal delicato profumo
sfoggi un corpo dai toni brillanti
ricordi del sole di cui appari sazia.
Mela o pomo, motivo di discordia,
quando di Paride fosti dono
ad Afrodite tra l’ira di  dee furibonde .
Già agli albori della storia eri prediletta
da Greci Celti e Bizantini,
ti stimarono innocente,  senza peccato
nella tua metamorfosi più fluida,
quel trasparente aureo sidro
caro al Cesare del romano impero.
Daniela,ottobre 2015

Artwork by Mihai Olteanu

mihai olteanu263_n

Acrostico- Specchio dell’anima

Sguardi attenti
Penetranti,fulminei
Ellissi cigliate aperte sul mondo
Colorati di cielo e terra
Che fotografano l’intera vita
Hanno intrinseche
Incredibili capacità
Opportunamente coinvolti
Di parlare in silenzio
Esprimendo emozioni,
Liberando sentimenti
Lamenti sospesi della nostra
Alma profonda.
Non tacciono mai se non per
Istinto lasciati serrati.
Malinconici,tristi,infuriati,impauriti
Allegri,amorosi,giulivi,sereni.

Daniela,2015

 

 

Leggo e mi emoziono…

La lettura è un toccasana che distrae da personali monotonie, conduce al di là dei propri confini, fa sognare,immaginare, tiene compagnia in un mistico silenzio
carico di riflessioni e viaggi della mente, ci spinge ad interagire incuriositi
dai luoghi e dai protagonisti delle storie.
Senza limiti di tempo di spazio, come in una macchina del tempo, attraversiamo le loro storie avvincenti,eccitanti, tristi o gioiose e del profondo pathos che ci avvolge diventiamo schiavi fino all’ultimo rigo.
E quasi di sorpresa dopo diverso tempo dalla prima lettura riprendiamo il libro dallo scaffale e ci tuffiamo nuovamente in quella storia così toccante per rinnovarne le insite emozioni o cercare altre chiavi di lettura che ci erano sfuggite. Il contenuto non è cambiato, la nostra interpretazione, il nostro viaggio attraverso le sue pagine si.
Le emozioni sono infinite.
Daniela 2015