Dune

Fino al prossimo sibilo di vento
mi lascio violentare
dall’enormità del silenzio,
m’attraversa uno stato
di beatitudine mai provata,
stringo fra i pugni
la sabbia che, in sosta, resta
in attesa di nuova tempesta.

Osservo il paesaggio
che spesso si modifica
senza stravolgere i connotati,
sinuose rotondità tracciano
volumi in perfetta armonia,
sino al remoto orizzonte,
avverto da qui la sintonia
tra il Nulla e il Tutto.

Daniela Cerrato

Cielo benevolo

Brulicano i pensieri
proprio mentre il giorno
scema verso il tramonto
son proiettati fuori
oltre la finestra chiusa
decompressi dalla mente
che li ha sinora frenati
si sciolgono come cirri
cui il vento ne muta
l’originale aspetto
per plasmarli in nuove forme
reali o surreali, nomadi
del cielo che ne ingloba
magneticamente il nesso,
così da svuotarmi l’animo
del loro opprimente peso
e quel rossastro colore
che l’orizzonte assume
pare un lontano incendio
in cui  inceneriscono arsi.

Daniela Cerrato,2017

Fotografia di Luca Moglia

luca-moglia-photography