Sarcasmo dipinto

Timido entrò
nella stanza un ratto
a tutto pensava
men che al fatto
di esser spauracchio
per quelle dame
che tra qualche gracchio
sollevaron sottane
per scansare lo demone
urlanti soccorso
suvvia che diamine
neanche fosse un orso!

Daniela Cerrato,2017

Giacomo Favretto (1849 – 1887) “Il sorcio”, Pinacoteca di Brera

36-giacomo-favretto-il-sorcio-pinacoteca-di-brera

Annunci

Oggi il mare è calmo ma…

Oggi il mare è calmo
ma si racconta che un tempo
popolato d’acquatici mostri
era pure un grande incubo
per pescatori e naviganti.
Enormi creature
dal possente corpo
e fauci inquietanti
s’aggiravan tra gli stretti
a dispensar le furie
schiaffeggiando le carene
con colpi della caudale pinna
e i legni sfiancati
dopo tentata resistenza,
s’innalzavan per sprofondar
tra i flutti agitati
che tutto inghiottivano.
I più fortunati
scampavano al naufragio
per fortunata fatalità
di un momentaneo riposo
delle feroci figure,
ma la paura di subirne
il violento attacco
non era mai sopita.
Son racconti tramandati
di voce in voce
e da opere di esimi autori
che ne descrissero presenza.
Oggi il mare è calmo
lo si può osservare
da un porticato in degrado
ma il pensiero vaga
a immaginar altro scenario,
quello spaventevole e tragico
raffigurato a muro,
di uomini che lottano
con marosi ed orrori.
Oggi il mare è calmo,
forse quei mostri
sono solo a riposo.

Daniela,gennaio 2016

Murales di Andrea Casciu che ho avuto modo di conoscere sulle pagine del blog di Barbara Picci che ringrazio.

andrea-casciu-sardegna

Momenti e tormenti

Sporadiche attese
che la tensione dilata
e rende infinite,
mutano la quiete
in angosce ed ansie
miste a interrogativi
di cui s’ignora risposta.
Concitati istanti, sia solitari
che condivisi in mal comune,
son tormenti che si spengono
in un fine più o meno lieto
e lasciano spazio ristoratore
ad un’abissale respiro
o pianto liberatorio,
sfogo che ci si concede
quasi fosse dono dal cielo.
Daniela,28 settembre 2015

Immagine dal web

Old Time
Old Time

L’effetto di un’ombra

Non sempre ombra
è sinonimo di paura
nè trattasi di materia oscura
o di passati ricordi.
Divertenti ombre cinesi
di privata festa o teatrino
sorprendevano bambini
calamitando l’attenzione.
Ma non c’è sagoma migliore
della tua che si avvicina
o acquattata che m’attende
per sorprendere il mio sorriso.
Daniela,2015

ombra