I fatidici due minuti

Trilla la sveglia
reclamo due minuti ancora
suona il campanello
due minuti e scendo,
ritaglio due minuti per un caffè
altri due di dorato silenzio.
Una telefonata inattesa
mi dona due minuti di felicità,
nell’assenza di due minuti
ho perso il colpo di scena del film
e per i fatidici due minuti
persa anche la coincidenza.
Dovrò attendere
molto più che due minuti…
vinta o persa è la partita
agli ultimi due minuti,
ora non posso ma tra due minuti ti richiamo,
due minuti paiono eterni se son densi di dolore.
Centoventi secondi di pausa, ne ho davvero bisogno
si è poco,  ma alla mente giova
due minuti rubati, altri due concessi
un tempo infinitesimo che scivola tra le mani
quasi presente ma già futuro.
E come dimenticare i due minuti più belli della vita?
Daniela, giugno 2016

Shattered Clock