Momenti dorati

Nel silenzio della sera
trovano spazio certi pensieri
quelli più intimi e profondi.
Indisturbati
sospesi nel tempo
in una sorta d’attesa
prendono forma
e regalano i disegni migliori
quelli dedicati a te…
Daniela ,2015

lanterna

Annunci

La violenza delle parole

Le parole volano facili
ne proferiamo troppe,
eccessive, osannanti, sprezzanti
alcune non vengono ascoltate,
tanto che si perdono nel vento.
Possono essere dolci, taglienti
lame a doppio taglio
che aprono a volte ferite
difficili da rimarginare;
come graffi sulla pelle
rigano l’anima, la bruciano,
la segnano per rabbia o vendetta.
Parole, veicoli di pensieri
sorelle del silenzio,
impulsive o meditate,
ma pur sempre frecce
di un funesto arco teso
a centrare il bersaglio
spesso il più debole,
quello del cuore.

Daniela ,2015

schiena255b1255d

immagine dal web

Flashback

Tra le pieghe della mente
intravedo un profilo angelico,
un pensiero che emerge fra altri,
una traccia forse d’infanzia
priva di un tempo preciso.
Appare come sagoma lieve, eterea
senza colori netti,
poco più di un contorno,
come un’antica foto sbiadita.
Col suo fascino silenzioso
mi solletica i pensieri,
forse non è neppure famigliare
oppure si, fatico a metterla a fuoco,
il caso l’ha riportata ed ora
rivive istanti dentro me.
C’è speranza di trovarle un senso
anche se impreciso, ma rimarrà comunque
luce dolce e confortante del passato
anche se non mi sovverrà nitidezza.
Daniela 2015

Karl F. Struss

image by Karl F. Struss

Pensieri volanti

Sulle nuvole passanti
si appoggiano i pensieri,
s’ intravede ora un volto, ora un albero,
un angelo alato o un gabbiano.
Vari contorni mi suggeriscono
curiose interpretazioni,
ma uno in particolare
mi fa sorridere e mi cattura.
Un gigantesco pallido cuore
la cui forma rimane
per qualche minuto appena,
poi allontanandosi lento
perde la sua fisionomia.
Credo fosse il tuo pensiero
che ha incrociato il mio,
in istanti di dolce eternità,
lassù nello spazio infinito
dove tutto può accadere.

Daniela,2015

10592771_1466172310320521_5075225228805519416_n

immagine dal web

Riposando sotto l’abero

Nella vastità del notturno cielo
costellazioni che spalleggiano la luna
rischiarano il crinale della collina.
Deboli suoni giungono da lontano
a interrompere il silenzio,
impagabile regalo che culla l’anima
dopo i frastuoni del giorno andato.
Vedo laggiù un uomo solitario
che procede mestamente a capo chino
immerso nei pensieri, il suo profilo
si staglia nel sereno angolo agreste,
lo seguo fino a quando si dilegua
e le mie palpebre calano nuovamente.

Daniela ,novembre 2014

uomo solitario