Imitazione

Goffa imitazione al nulla giova
mostra a tutti il tuo vero aspetto
sì che chi ti cerca e non ti trova
non ti scambierà per altrui soggetto

scimmiottar bellezza sia solo civetto
che nulla toglie a tuo assoluto pregio
lascia parlare anche un tuo difetto
che è dell’alma di cornice il fregio.

Daniela, 2016

Photo by Louise Dahl Wolfe

Night Bathing

Argentea moneta

Come argentea moneta
ti mostri intera
nello squarcio creato
tra spesse nuvole
quelle monelle insolenti
paion godere nel celare
la tua presenza
dispettose e fiere
nel loro esserci
che tutto incupisce
pure i sogni
perdono la tua luce
che li inargenta
con la sua romantica bolla.
Daniela,2016

Photo by Paul Militaru :  https://photopaulm.com/

luna-noaptea-militaru

Borbottìo vulcanico

Magma scuro che ribolle
in sulfureo olezzo
minaccia da sfiatatoi
sinistri e dormienti
un diabolico risveglio
e quello sfiatare
a singhiozzo ma continuo
come mosto che fermenta
già inquieta e rammenta
la grande energia
che siamo usi calpestare.
Daniela,2016

Photo by Paul Militaru _ See more at : https://photopaulm.com/

vulcanii-noroiosi-2-militaru

Nel sottobosco

Vispo zompetta il ghiro
tra licheni e muschi
scruta novelle presenze
dai tondi cappelli
affiorati dal terreno
tra un vibrar di erba
che passando smuove
oggi non piove
si può sbizzarrire
nel suo banchettare
in trepida ricerca
di qualche faggiola
ghianda o nocciola
è tempo di accumulare
l’inverno è vicino
al letargo deve pensare.
Daniela,2016

Photo by Goldenpleasure.nl  ( from leofotos.wordpress.com )

paddestoel-overzicht-leo

Miraggi

Creature immaginarie
ingannano gli occhi
nel bagliore accecante
di un sole infuriato
che arroventa il capo
sì che appaiono
miraggi inconsueti.
La lucidità è spezzata
nel torrido meriggio
che disidrata i pensieri.
Daniela,2016

“Sunrise in the village” by Herman Van Bon Photography

See more works at https://elementaryposters.com/

photo-graphic-sunrise-in-napier

Yves Bonnefoy, La casa natale

Mi svegliai, era la casa natale,
la schiuma s’abbatteva sulla roccia,
non un uccello, solo il vento ad aprire e chiudere l’onda,
l’odore dell’orizzonte da ogni parte,
cenere, come se le colline celassero un fuoco
che altrove divorava un universo,
passai nella veranda, la tavola era apparecchiata,
l’acqua urtava i piedi del tavolo, la credenza.
Bisognava comunque che entrasse, la senza-volto
che sapevo sbattesse alla porta
del corridoio, dal lato della scala scura, ma invano,
tanto alta era già l’acqua nella sala.
Giravo la maniglia, che resisteva,
quasi sentivo i rumori dell’altra riva,
quelle risa dei bimbi nell’erba alta.
Quei giochi degli altri, per sempre gli altri, nella loro gioia.

Yves Bonnefoy, La casa natale
da Le assi curve (Mondadori, 2007)
Traduzione Italiana di Fabio Scotto

 

bonnefoy

Salva

Sussurro

E in quali braccia
vorresti stordire
la tua mente,
in che occhi
leggeresti
l’amore riflesso
del tuo cuore,
in quale carne
affonderesti
le tue dita vogliose
per compenetrarle
della maestosa passione
che ti sconvolge,
quale intimo profumo
ti sazierebbe
che alito inaleresti
se non il mio respiro
dopo la ruggente letizia
che l’avido bacio
impresse sulle tue labbra?
Daniela,maggio 2016

Oleg Shtyhno,artista russo.

Oleg Shtyhno 5

Nella semplicità

Nella semplicità
leggo il tuo nome
rivedo le tue mani
affusolate e calme
il tuo volto gentile
impreziosito
dal sorriso
verace e solare
che tutto fa splendere,
anche il più scialbo
dei giorni,
la tua figura
di sobria eleganza
spesso esaltata
da uno spezzato
in tenui noisette
e quegli occhi
cristallini e puri
come l’anima tua,
finestre sul mare
in cui ci si tuffa.
La tua magia permane
oltre la tua presenza
riempie ogni vuoto
colma i sogni
ravviva momenti
di cedevole spirito
nutre i pensieri
su disegnati progetti.
Nella semplicità
ti ritrovo
e mi adagio
semplicemente
a pensarti,
immaginando
la tua voce,
dolce
come una tazza
di latte caldo,
in attesa
di rivederti.
Daniela,aprile 2016

Foto by Robert Mapplethorpe,  1985

Robert Mapplethorpe, ‘Flower,’ 1985