Occhi di luna

Dedico a te questo sussurro serale
ai tuoi occhi che ci scrutano
inespressivi da un tempo ancestrale
osservano quest’ombra di mondo
sempre più acciaccato e dolente
perso nella sua stessa deriva
angosciante e triste seppur animato
dal parziale pulsare ancora sincero
di amori e propositi giusti e sani,
tu ci guardi ed impassibile rimani
a rischiarar lingue di Terra
influenzate dalla tua presenza
chissà che pensi di questa umanità
che dal tuo mistero trae da sempre influenza,
tu che sei bontà paziente,sorella di questa gente
un po’ strana che a te rivolge
canti ed inni pensieri e sospiri
chissà se sorniona sorridi, se ti adiri
o con pietosa dolcezza accarezzi
i cuori timidi, quelli meno avvezzi
all’amor spavaldo e deciso,
chissà forse un tuo benevolo sorriso
darebbe loro maggior determinazione.
Ma non far caso a questa folle canzone
è solo frutto di evanescente pensiero.
Daniela Cerrato,2017

(Immagine da web)

285575-thumb-full-uomoluna061115

Annunci

La bellezza di un sorriso

Il sorriso sottolinea
rughe profonde
occhi lontani
dai nostri vizi
sebbene simili
si specchiano limpidi
nella semplicità
del poco avere
di un lieto essere vita
che assorbe dalla terra
ogni felicità provata.

Daniela,2016

Akha woman,Hill Tribe Villiage in Chiang Rai, Thailand (foto da web)

tumblr_ohqoanond91saph2jo2_540

Verdi colline

Verdi colline
curve morbide
apparse agli occhi
della mia infanzia
come alte onde
di un mare lontano
immaginato oltre,
filari di fatiche
campi di sudore
fuochi di autunni
che salutano stagioni
alture che segnate
da dorate luminarie
s’intravedono appena
tra le spesse brume,
amorevoli seni
di una fertile terra
tinta di bianco
dal rigido inverno,
saldo è l’amore natìo
che nutro per voi
e se talvolta mostro
apparente indifferenza
non so se mi perdonate
lo sguardo distratto
che vi dà per scontate.

Daniela,2016

“Monferrato”,immagine dal web

a04_940x363_v01

Donna tu sei

Colta di profilo sì austera
in grazia ti supera la veste
custode d’arcana rossa sfera
lo guardo ha sfumature funeste
incute timore siffatto aspetto
tant’è che pensar tu sia megera
è si facile, ma dico per rispetto
donna tu sei e di ciò sii fiera

Daniela,settembre 2016

dipinto di Leonor Fini “La guardiana dell’uovo rosso”

leonor-fini-7

Salva

Vivace schiera

Esiliano ogni tristezza
le aranciate increspature
di siffatta bellezza
imprigionando i raggi
del generoso astro
che ne rallegra  il capo
e come l’amore
che rapisce l’animo
il loro vivace ardore
cattura l’interesse
di ogni sguardo
pur se fosse
un poco distratto
e avvolge l’occhio
con lieve garbo
come rassicurante carezza
di tenero amante
che sulla pelle dona
confortante equilibrio
e dorata beatitudine.

Daniela,agosto 2016

________  “ornamental flower bed”, Photo by Paul Militaru __________

ornamental-flower-bed

Sur-realtà

L’amore vola cieco
plana ad occhi chiusi
insegue nugoli buffi
in mutanti sembianze
accorcia le distanze
giocondo senza regole
talora lascia intendere
d’esser stato afferrato
poi guizza poco distante
ridendo divertito  beato
come dispettoso infante.
Ma se di te avverte
sia pur fasulla
aura d’indifferenza
apre un’occhio
sulla tua presenza.
Del momento furtiva
trai profitto tempestiva
pria ch’ abbia dotazione
della binocular visione
ne cogli dosi sufficienti
per preservar l’essenza
chè tu debba mai
avvertirne la carenza.
Ma inutile è la mossa
egli mai s’eclissa
colpevoli invece
gli occhi tuoi saranno
se mai non muteranno
il loro vigile sguardo
in languore amoroso
pur se in difesa del baluardo
di un cuor troppo timoroso.
Daniela,maggio 2016

artwork: Marie Sechtlova

Marie Sechtlova - Love, 1990

All’improvviso una dahlia

Lo sguardo è rapito
dalla sobria beltà
di questo fiore solitario
trovato sui miei passi.
Corolla aperta
verso il sole,
petali distesi
a catturare
dalla fonte vitale
l’oro del mattino,
stami aranciati
come raggi infuocati
puntano dritti all’insù
come microscopiche antenne
che scrutano il cielo.

Daniela C. ,2015.

“Dahlia” ,photo by Paul Militaru ( many thanks Paul!!! )

Paul Militaru dahlia