A briglia sciolta

Sbriglio i sogni
e lascio che fuggano
dalla prigionìa della mente,
come mustangs al galoppo
che recano in groppa
parte dell’anima mia ribelle
indomabile e fremente
agognante evasione
da ristrettezza
spazio-temporale.
Li lascerò correre
all’impazzata
senza esitazioni nè soste,
dritti verso la libertà
senza una meta, verso l’infinito.

Daniela,gennaio 2016

Immagine da web rielaborata

Vampiro-Lex Mustangs bb

Il sogno del cigno

Chissà quali dolcezze
sogna un cigno
avvolto nel candido piumaggio…
Se acque più cristalline
o ameni spazi senza recinzioni,
oppure immagina
di volare come l’aquila
oltre quote per lui proibitive.
Chissà, forse un nido d’amore
inarrivabile ai predatori
da condividere gelosamente
in fedele compagnia.
Saran comunque sogni delicati
come la sua essenza,
immacolata ed innocente
intrisa di purezza,
quella che crediamo avere
quando talora in sogno
la nostra anima trasmigrata
ci vede galleggiare
nella sua bianca livrea
in un lago in cui si specchia
la nostra meraviglia.

Daniela,gennaio 2016

Foto da web

cigno che dorme

Vecchio pontile

Sul vecchio pontile dismesso
pregno di sale e ricordi,
testimone impassibile
di partenze ed approdi,
passavano valigie ricolme
di sogni e speranze
affidate al destino.
Si udivan la sera
sospiri e promesse
di giovani amanti
seduti sotto gli occhi
della complice luna
che discreta intesseva
la giusta atmosfera,
prima che i pescherecci
prendessero il largo
per la battuta notturna.
Scricchiolii si confondevano
a sorrisi e saluti,
talvolta a qualche pianto
per il triste distacco,
al vociare di bimbi
impazienti e giocosi
e canzoni intonate
in allegria contagiosa.
Ora malconcio e invecchiato
riposa tranquillo
dividendo luce ed oscurità
col compagno di sempre,
l’instancabile mare
con cui scambia impressioni
su avventure passate,
saluta stelle e nuvole amiche
e sorride sornione
quando due gabbiani in amore
si posano e danzano
sui restanti sostegni.
Daniela,dicembre 2015

 

 

Eco visivo

Fresco sorriso
rapitore dell’anima
tuffo del cuore
in mare aperto
i cui flutti di letizia
sprigionano calore
che subito avvolge,
smalto splendente
di fulminei attimi,
purezza diamantina
che illumina gli occhi
e come eco visivo
si propaga nella mente
cullandone i sogni,
spensierati vagabondi
della notte taciturna.

Daniela,ottobre,2015

La magia della notte

Ora taci,
non spezzare
il silenzio
della placida notte,
a occhi chiusi
cerca l’argento
della luna antica
tra cui spuntano
pagliuzze dorate,
filamenti solari
persi nel cielo.
Lì si trovano
creature misteriose
adoratori di stelle,
pianeti lontani
e satelliti…
Saluta anche Themis
Europa,Callisto,
Ganimede,Amaltea
e tante altre lune
che come Selene
raccontano ai bimbi
sul finir del giorno
favole belle,
basta chiudere gli occhi
e lasciarsi cullare.
Spengo la luce,
dormo e attendo
che la magia abbia inizio.

Daniela,20 settembre 2015