Verdi colline

Verdi colline
curve morbide
apparse agli occhi
della mia infanzia
come alte onde
di un mare lontano
immaginato oltre,
filari di fatiche
campi di sudore
fuochi di autunni
che salutano stagioni
alture che segnate
da dorate luminarie
s’intravedono appena
tra le spesse brume,
amorevoli seni
di una fertile terra
tinta di bianco
dal rigido inverno,
saldo è l’amore natìo
che nutro per voi
e se talvolta mostro
apparente indifferenza
non so se mi perdonate
lo sguardo distratto
che vi dà per scontate.

Daniela,2016

“Monferrato”,immagine dal web

a04_940x363_v01

Profumo di rosa

Rapide rotolano le stagioni
come gomitoli disfatti
giù per la china del tempo
che a perdifiato galoppa
come cavallo sbrigliato
tra prati appena ridestati
spighe piene e dorate
cristalli di neve e disgeli.
Manca poco ormai
al sequenziale ritorno
del rugginoso autunno
con le castagne nei ricci
ma già immagino un istante
del prossimo gelido inverno
impoverito di colori
e di floreale allegria
quando il profondo fiutare
la tua essenza odorosa
sarà come un viaggio
a ritroso nel tempo,
si desteranno i ricordi
e tra i mesi trascorsi
giungerò alle gioie
dell’enfatico maggio.

Daniela,settembre 2016

Artwork by Urszula Tekieli

urszula-tekieli

Salva

Placenta floreale

Fiori e prati
son già allertati
per muta naturale
a giorni tornerò
in postura fetale
sorbirò nuova energia
da floreale placenta
sinchè novella primavera
gravida come ogni anno
mi partorirà allo scadere
del suo tempo consentito
liberando i miei fulgori
artefici di vita e di colori
dal mio letargo annuale
uscirò per compimento
dei rinnovi stagionali,
nel frattempo vi scongiuro
fuoriuscite corpo e mente
tra natura ora e sempre
e nessuno abbia timore
non c’è tristezza in volo,
anche se ha stile diverso
l’autunno è grande artista
non perdetelo di vista.
Daniela,agosto 2016

Artwork by Zhang Jingna – (deviantart)

Zhang Jingna by deviantart

vecchia quercia

Sotto il peso delle stagioni
chino è il capo verso la madre terra
aggrappo saldo delle mie radici;
accarezzo l’erba tenera compagna
di anni scanditi da intemperie
e riposo un tempo infinitesimo
dopo  resistenza al battente maestrale.
Daniela C.,2015

Artwork by Carlo Cordua ,”Lui è stanco” pastello su tavola.

per info :https://www.facebook.com/pages/carlo-cordua-pittore-contemporaneo/111815982185962

Carlo Cordua,Lui è stanco pastello su tavola