Note sparse


Maliarde le note seducenti
che accarezzi sui tasti,
le tue mani leggere si muovono sicure
nel trovare nuovi accordi,
tastiera o pelle è indifferente,
è identica fervida passione;
non limitarne  il brìo, lasciale andare
alla ricerca pulsata dal cuore
che le guida nel loro scorrere
inebriando sensi, traendo consensi,
languidi mugolii in abbandono,
brividi nati dal tocco sapiente
di chi ha la musica nel sangue
e la suona senza alcun spartito
mosso da istinto, da estro naturale
e inebriante musica mai sarà ripetitiva
rinnoverà percezione del sentirmi viva
in abito da sera o in nudità totale.

– Daniela Cerrato, 2017

©Andrey Izosimov Photo

2221

Melodie vagabonde

Non dà voce a storie
nè a personali traversìe,
siede or qua or là
con una tastiera vagabonda
sua leale voce amica.

Volto rude,sguardo burbero
non si sa da dove viene
nè il suo domani quale sarà,
inquilino delle strade
in cui spezza frenesie.

Tra la folla indifferente
un cenno di consenso,qualche moneta,
finchè stanco di stanziare
trasferisce melodie
in altro borgo, e così via.

Riprendendo a pigiar tasti
accenna una smorfia malcelata;
quanta strada in quelle suole,
a loro spetta raccontare
la sua storia,il suo pensiero…

Daniela,2015

Photo by Michal Koralewski

Michal Koralewski