Vuoto a perdere

Fascino antico
emana il tuo volto
l’abozzato sorriso
è ricamo gentile
su veste severa
labbra serrate
taccion tua storia
che sapere vorrei
e a risolver mistero
potendo domanderei
degli anni dei sogni
se  amor tormentato
agitò il tuo cuore
se fu vispo o pacato
il tuo guardo fanciullo
quanti figli videro
i tuoi capelli ingrigirsi
negli anni a venire…
su quali e quanti selciati
risuonarono i tuoi passi
ormai sepolti
dal tuo tempo scaduto
su questo pianeta
che ancor serba di te
impressa visione?
Domande al vento
nate senza risposta
come vuoto a perdere
rimirando una foto
ma quel bianco e nero
non svela mistero.

Daniela Cerrato,2017

(immagine da web)

tumblr_ojbleehni11tphleno1_1280

Annunci

Vecchio pontile

Sul vecchio pontile dismesso
pregno di sale e ricordi,
testimone impassibile
di partenze ed approdi,
passavano valigie ricolme
di sogni e speranze
affidate al destino.
Si udivan la sera
sospiri e promesse
di giovani amanti
seduti sotto gli occhi
della complice luna
che discreta intesseva
la giusta atmosfera,
prima che i pescherecci
prendessero il largo
per la battuta notturna.
Scricchiolii si confondevano
a sorrisi e saluti,
talvolta a qualche pianto
per il triste distacco,
al vociare di bimbi
impazienti e giocosi
e canzoni intonate
in allegria contagiosa.
Ora malconcio e invecchiato
riposa tranquillo
dividendo luce ed oscurità
col compagno di sempre,
l’instancabile mare
con cui scambia impressioni
su avventure passate,
saluta stelle e nuvole amiche
e sorride sornione
quando due gabbiani in amore
si posano e danzano
sui restanti sostegni.
Daniela,dicembre 2015

foto dal web

963114bn