Appare

Il pomeriggio buio
si rischiara
inaspettato appare
un raggio di luce
e dall’ombra
sfavilla una sagoma
dapprima imprecisa
poi si svela umana
quando i lineamenti
del volto prendon forma
e sgomenta quel suo sembrare
anima risorta dalla nuda terra.

Daniela,2016

Photo by Holly Burnham

photo-by-holly-burnham

Annunci

Il tuo azzurro

Il mio pensiero
ha il tuo nome
mentre osservo il cielo
quel cielo
che è di tutti
nella sua vastità
che quasi confonde
ma percepisco l’assenza
di quello spicchio
che ti sovrasta
e parla di te,
che fa da cappello
ai tuoi occhi
al tuo sorriso
al tuo broncio
alle tue paure
ai tuoi sogni e pensieri
leggeri come piume
che giungono sin qui
sorvolando albe aurore
e tramonti rosati
e giunti a destinazione
riportano i colori
che han veduto
sulla tela del mio cuore.
Ora guarda in su
in quel ceruleo spicchio
che incontra i tuoi occhi
vedrai scendere coriandoli
dai tenui colori
sono le mie carezze
che si poseranno lievi
sul tuo volto
e un’alito di vento
appena percepito
ti sussurrerà il mio nome.
Daniela,settembre 2016

Artwork by Hang-Ryul (b.1950)

13419279_10206522274999646_8345709188390108529_n

Ambiguità

Camaleontico
il tuo essere
mellifluo per interesse
infìdo e senza scrupoli
dell’altrui sensibilità
approfitti ed accresci
dentro te l’autostima
nel circuire il prossimo
con le tue mille vesti
che prima o poi sgualciranno
periranno le tue maschere
come cera sciolta
e col tuo vero volto
assisterai impotente
alla chiusura
del tuo infimo sipario.

Daniela,Agosto 2016

Juanita Guccione,”She had many faces”,1953

JUANITA GUCCIONE,she had many faces,1953

 

Melodie vagabonde

Non dà voce a storie
nè a personali traversìe,
siede or qua or là
con una tastiera vagabonda
sua leale voce amica.

Volto rude,sguardo burbero
non si sa da dove viene
nè il suo domani quale sarà,
inquilino delle strade
in cui spezza frenesie.

Tra la folla indifferente
un cenno di consenso,qualche moneta,
finchè stanco di stanziare
trasferisce melodie
in altro borgo, e così via.

Riprendendo a pigiar tasti
accenna una smorfia malcelata;
quanta strada in quelle suole,
a loro spetta raccontare
la sua storia,il suo pensiero…

Daniela,2015

Photo by Michal Koralewski

Michal Koralewski

Volto senza tempo

Immobile,altera
sopravvissuta al tempo
tra secoli di storia,
guardi ancora avanti
verso un futuro dilatato
cui lasceremo il passo,
mentre tu immortale
mostrerai ai posteri
il tuo volto inalterato,
bellezza senza tempo
dea tra le dee,
mirabile creazione
di mani artigiane,
che attraverso la tua figura,
imperiture raccoglieranno
meritata eternità.
Daniela C.,2015

(Immagine dal web)

tumblr_ntjlylPgSQ1tpw2ero1_400

OrchiDea

Orchidea divina
di dorata luce
splende il tuo volto
nella tarda sera.
Quando il chiarore delle lanterne
volutamente lasciate fioche
scioglierà nella penombra
ogni timido rossore
dietro un paravento
scivolerà il tuo setoso kimono
per donare alle stelle
la tua pelle di luna.
Daniela 2015

Artwork by Samuel Mutzner

Samuel Mutzner